Apri il menu principale

Everywoman

film del 1919 diretto da George Melford Aiuto regia: W.N. Sherer
Everywoman
Everywoman (1919) - 3.jpg
Violet Heming e Mildred Reardon
Titolo originaleEverywoman
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1919
Durata2.155,55 metri (80 min circa - 7 rulli)
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generedrammatico
RegiaGeorge Melford
W.N. Sherer (aiuto regista)
Soggettodal lavoro teatrale di Walter Browne
SceneggiaturaWill M. Ritchey
Casa di produzioneParamount Pictures con il nome Famous Players-Lasky Corporation
FotografiaPaul P. Perry
Interpreti e personaggi

Everywoman è un film muto del 1919 diretto da George Melford. Di genere allegorico, la storia prende spunto dall'omonimo lavoro teatrale di Walter Browne, andato in scena in prima a Broadway il 27 febbraio 1911[1][2].

TramaModifica

Una ragazza che vende i suoi baci per una fiera di beneficenza viene contattata da due impresari teatrali. La mattina seguente, si sveglia come Everywoman e le sue amiche hanno preso il nome di Modestia, Gioventù e Bellezza. I due teatranti ora si chiamano Bluff e Stuff e Adulazione la convince a salire sul Palcoscenico della Vita per cercare l'Amore. Quando lei scambia l'attore Passione per Amore, Modestia la lascia ma Everywoman si ricrede su Passione scoprendo che lui sarà interessato a lei solo fino a quando lei avrà con lei Gioventù e Bellezza. Dopo aver perso Gioventù che le è stata sottratta da Tempo, Everywoman cerca di vendersi a Ricchezza, un milionario, ma lui la rifiuta. Accanto a lei rimane solo Nessuno, il suo unico amico. Con lui, si reca a casa di Verità, dove scopre che il figlio di Verità, un medico, è Amore, quello che lei aveva sempre cercato. Da lei tornano allora Modestia insieme a Bellezza.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Paramount Pictures con il nome Famous Players-Lasky Corporation.

Le sculture che appaiono fotografate nei sottotitoli, furono costruite da Willie Hopkins[1].

DistribuzioneModifica

Il copyright del film, richiesto dalla Famous Players-Lasky Corp., fu registrato il 29 ottobre 1919 con il numero LP14383[1][3].

Distribuito dalla Paramount Pictures, il film - presentato da Jesse L. Lasky - uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 30 dicembre 1919 dopo essere stato presentato in prima al Grand Theatre di Columbus, in Ohio, nella settimana del 13 dicembre[1].

Non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola che viene considerata presumibilmente perduta[3].

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema