Apri il menu principale
Photoplay, settembre 1921

Monte Blue, nome d'arte di Gerard Montgomery Blue (Indianapolis, 11 gennaio 1887Milwaukee, 18 febbraio 1963), è stato un attore cinematografico statunitense, celebre soprattutto per i suoi ruoli di grande amatore nell'era del cinema muto.

Indice

BiografiaModifica

Suo padre rimase ucciso in un incidente stradale quando l'attore aveva solo cinque anni e la madre, non potendo mantenere da sola i suoi cinque figli, lo fece entrare, insieme ad un altro fratello, nell'orfanotrofio Gerard Monte Blue. Cresciuto in questo ambiente iniziò a coltivare il proprio fisico giocando soprattutto a football americano. Uscito dall'orfanotrofio fece diversi lavori tra i quali il ferroviere, il pompiere, il minatore nelle miniere di carbone, il mandriano, cavallerizzo del circo e infine il boscaiolo, finché non entrò a far parte delle troupe cinematografiche del celebre regista D. W. Griffith.

Carriera cinematograficaModifica

Nel 1915 recitò nel ruolo di stuntman nella pellicola di Griffith La nascita di una nazione alla quale partecipò anche come comparsa. Venne ingaggiato anche per la pellicola successiva del regista, il kolossal Intolerance, dove si guadagnò la possibilità di apparire in uno dei ruoli minori. Gradualmente riuscì ad ottenere parti sempre più rilevanti non solo nelle pellicole di Griffith, ma anche in quelle dell'altro grande regista dell'epoca, Cecil B. De Mille. Il momento di svolta della sua carriera fu senz'altro la sua interpretazione di Danton in uno degli altri capolavori di Griffith, Le due orfanelle, dove lavorò a fianco di Lillian e Dorothy Gish. Il successo del suo personaggio lo lanciò nello star system hollywoodiano quale controparte maschile delle grandi stelle femminili dell'era del muto, come Clara Bow, Gloria Swanson, Mae Murray e Norma Shearer.

L'attore non ebbe particolari problemi con l'avvento del sonoro, ma venne duramente colpito soprattutto a livello patrimoniale dalla terribile crisi finanziaria del 1929. Riuscì tuttavia a ricostruire la propria carriera che si limitò però a ruoli minori in diverse pellicole, grazie anche all'aiuto del suo vecchio amico De Mille, fino al suo ritiro avvenuto nel 1959 dopo aver preso parte al film L'isola di corallo di John Huston.

Vita privataModifica

L'11 novembre 1924, Monte Blue sposò Tova Jansen, figlia dell'attrice Bodil Rosing, alla quale restò unito fino alla sua morte.

Ultimi anni e morteModifica

Dopo essersi ritirato dal mondo del cinema lavorò come presentatore per l'Hamid-Morton Circus fino alla sua morte, avvenuta per complicazioni sopravvenute a seguito di un attacco di influenza all'età di 76 anni.

Filmografia parzialeModifica

La filmografia è PARZIALE.

AttoreModifica

1915Modifica

1916Modifica

1917Modifica

1918Modifica

1919Modifica

1920Modifica

1921Modifica

1922Modifica

1923Modifica

1924Modifica

1925Modifica

1926Modifica

1927Modifica

1928Modifica

1929Modifica

1930Modifica

(1930)

1931Modifica

1932Modifica

1933Modifica

1934Modifica

1935Modifica

1936Modifica

1937Modifica

1938Modifica

1939Modifica

1940Modifica

1941Modifica

1942Modifica

1943Modifica

1944Modifica

1945Modifica

1947Modifica

1954Modifica

BibliografiaModifica

  • (EN) Ray Stuart Immortals of the Screen, Bonanza Books, New York 1965

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27327588 · ISNI (EN0000 0000 2652 8867 · LCCN (ENn88043028 · GND (DE1026977673 · BNF (FRcb14659835t (data)