Apri il menu principale

Fernand Baldet (16 marzo 18858 novembre 1964) è stato un astronomo francese.

Da giovane iniziò a lavorare come orefice, poi cominciò a studiare l'astronomia, praticandola prima come astrofilo e poi come astronomo[1]. Fece parte dell'Unione Astronomica Internazionale divenendo anche tra il 1935 e il 1952 presidente della commissione 15 (studi fisici delle comete). Fu membro della Société Astronomique de France dal 1903 divenendone il presidente dal 1939 al 1946[2].

StudiModifica

Nel 1910 si laureò in Scienze fisiche, nel 1926 prese il dottorato con una tesi sulle comete e le righe spettrali del carbonio.

CarrieraModifica

Lavorò a vari titoli presso gli osservatori astronomici di Algeri e Meudon. Si occupò di numerose tematiche: comete, di cui compilò prima una lista e in seguito un catalogo contenente le comete dal 466 a.C. al 1952, il pianeta Marte, le eclissi solari, nove e meteore[2].

Opere principaliModifica

  • (FR) Catalogue Général Des Orbites De Comètes De L'an 466 À 1952. Parigi, CNRS, 1952 (assieme a Giselle de Obaldia)

RiconoscimentiModifica

  • Nel 1927 gli è stato assegnato il Prix des Dames[3].
  • Nel 1934 ha ricevuto il premio Camille Flammarion[3].
  • Nel 1946 gli è stato assegnato il premio Janssen[3].
  • Nel 1962 ha ricevuto la targa del Centenario di Camille Flammarion[4].
  • Nel 1963 gli è stata assegnata la Medaglia del Sessantenario della Société astronomique de France[5].

Gli sono stati dedicati un cratere di 55 km di diametro, il Cratere Baldet, sulla Luna[6] e un altro di 181 km di diametro, il Cratere Baldet, sul pianeta Marte[7].

NoteModifica

  1. ^ (EN) OBITUARY: Vsevolod V. Sharonov; Fernand Baldet; Erich Schoenberg, Irish Astronomical Journal, vol. 9, pag. 166, dicembre 1969
  2. ^ a b (FR) Charles Bertaud, Fernand Baldet, L'Astronomie, vol. 79, pag. 65-69, febbraio 1965
  3. ^ a b c (FR) Prix et Médailles décernés par la Société, L'Astronomie, vol. 81, pag. 398, ottobre 1967
  4. ^ (FR) Prix et Médailles décernés par la Société, L'Astronomie, vol. 81, pag. 400, ottobre 1967
  5. ^ (FR) Charles Bertaud, Fernand Baldet, L'Astronomie, vol. 79, pag. 65, febbraio 1965
  6. ^ (EN) Baldet
  7. ^ (EN) Baldet

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73971294 · ISNI (EN0000 0000 0063 1807 · GND (DE116042834 · BNF (FRcb125740163 (data) · WorldCat Identities (EN73971294