Apri il menu principale
Cormons-Redipuglia
Stati attraversatiItalia Italia
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione3 000 V = (di progetto)
Noteferrovia incompiuta, costruita la sede
Ferrovie

La ferrovia Cormons-Redipuglia è una linea ferroviaria a binario unico e scartamento ordinario di cui fu costruita la sede, ma che non è mai stata completata e attivata.

Indice

StoriaModifica

L'opera fu ideata allo scopo di far evitare ai treni merci la lunga ansa di Gorizia, che con il suo considerevole percorso, dilatava inutilmente i tempi di percorrenza. I lavori di costruzione iniziati nel 1949 andarono molto a rilento e vennero definitivamente sospesi nel 1989.

CaratteristicheModifica

Stazioni e fermate previste
 
linea per Udine
 
Cormons
     
linea per Trieste
 
fiume Versa
 
P.M. Mariano del Friuli
     
ferrovia Bertiolo-Palmanova-Savogna (non completata)
 
P.S. Gradisca Borgo Trevisan
 
fiume Isonzo
     
linea per Udine
 
Redipuglia
 
linea per Trieste

La principale opera d'arte costruita lungo questa linea è il notevole ponte sul fiume Isonzo tra Sagrado e Gradisca d'Isonzo. Un'altra opera d'arte importante edificata è il ponte sulla Versa presso Monticello. Furono anche costruiti ponti e cavalcavia in corrispondenza degli incroci con le strade statali e provinciali a Cormons, Mariano del Friuli, Romans d'Isonzo, Gradisca d'Isonzo, Sagrado.

Lungo questa linea a semplice binario era inoltre prevista la costruzione di una stazione per precedenze e incroci a Mariano del Friuli e di un'ulteriore impianto di servizio a Gradisca Borgo Trevisan.

Il costo delle opere inutilizzate non è noto.

Anni duemilaModifica

Alcune opere stradali di scavalco sono state demolite. Dal 2012 parte del sedime in comune di Mariano del Friuli è utilizzato dalla circonvallazione stradale della cittadina (SR 305 var); nel 2015 è stato demolito il viadotto di Fogliano sul confine comunale tra Fogliano-Redipuglia e Sagrado.

Il ponte sul Versa è utilizzato abusivamente dal traffico locale agricolo e turistico, come il sedime verso Cormons, anche se ufficialmente chiuso. Ci sono progetti per il riutilizzo del ponte in ferro sull'Isonzo nel comune di Gradisca d'Isonzo, in avanzato stato di degrado ed abbandono, come via ciclopedonale.

Voci correlateModifica