Apri il menu principale

Ferrovia Tolmezzo-Paluzza-Moscardo

linea ferroviaria italiana
Tolmezzo - Paluzza - Moscardo
Ferrovia del Bût
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza22 km
Apertura1915
Chiusura1919 (Paluzza - Moscardo)
1931 (Tolmezzo - Paluzza)
GestoreSV (1915-1919)
Società elettrica di Paluzza (1919)
Consorzio Ferrovia del Bût (1919-1931)
Scartamento750 mm
Elettrificazioneno
Ferrovie

La ferrovia Tolmezzo-Paluzza-Moscardo o ferrovia del But, era una linea ferroviaria a scartamento ridotto (750 mm) lunga 22 km che collegava i centri della valle del Bût con il capoluogo della Carnia.

Cenni storiciModifica

Fu aperta all'esercizio nel 1915 e chiusa il 31 ottobre 1931.

La linea fu esercita dalla Società Veneta e fu intensamente utilizzata dall'esercito italiano per rifornire il fronte durante la prima guerra mondiale. Gli eventi bellici la colpirono duramente, provocando la sospensione del servizio.

Fu riattivata il 23 ottobre 1919, amputata dell'ultimo tratto verso Moscardo che inizialmente venne riservato al solo servizio merci, gestita in concessione prima alla Società elettrica di Paluzza e subito dopo al Consorzio Ferrovia del But. All'atto della riapertura erano presenti sei locomotive, quattordici vetture e cinquantotto carri per trasporto di merci.

Venne soppressa già nel 1931 a causa dell'incapacità finanziaria del consorzio tra i comuni della vallata che l'avevano gestita.

Stazioni e fermate
 
Moscardo
 
Casteons
 
Paluzza
 
Sutrio
 
Noiaris
 
Galleria di Noiaris
 
Piano d'Arta Fermata
 
Piano d'Arta Stazione
 
Arta Terme
 
Zuglio
 
Galleria di Zuglio
 
Cedarchis
 
Imponzo
 
Tolmezzo Tranvia
 
Tolmezzo Scalo Merci
 
Tolmezzo Stazione
     
Stazione di Tolmezzo e Ferrovia Carnia-Tolmezzo-Villa Santina

BibliografiaModifica

  • Franco Castiglioni, Carnia e le sue ferrovie, in "I Treni", anno XV, n. 150 (luglio 1994), pp. 22–27. ISSN 0392-4602 (WC · ACNP)
  • Giuseppe Nogarino, Tranvie del Degano e della valle del Bût in Carnia, alto Friuli, Cortona, Calosci, 2001, ISBN 88-7785-174-0.

Altri progettiModifica