Apri il menu principale
Zuglio
comune
Zuglio – Stemma Zuglio – Bandiera
Zuglio – Veduta
Zuglio e la Val Bût vista dalla Pieve di San Pietro
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoBattista Molinari (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate46°27′44″N 13°01′30″E / 46.462222°N 13.025°E46.462222; 13.025 (Zuglio)Coordinate: 46°27′44″N 13°01′30″E / 46.462222°N 13.025°E46.462222; 13.025 (Zuglio)
Altitudine429 m s.l.m.
Superficie18,21 km²
Abitanti570[2] (30-11-2018)
Densità31,3 ab./km²
FrazioniFielis, Formeaso, Sezza[1]
Comuni confinantiArta Terme, Lauco, Sutrio, Tolmezzo
Altre informazioni
Cod. postale33020
Prefisso0433
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT030136
Cod. catastaleM200
TargaUD
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Nome abitantizugliesi
Patronosan Leonardo di Noblac
Giorno festivo6 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Zuglio
Zuglio
Zuglio – Mappa
Posizione del comune di Zuglio nella provincia di Udine
Sito istituzionale

Zuglio (Zui in friulano[3]) è un comune italiano di 570 abitanti in Friuli-Venezia Giulia. È l'antica città romana Iulium Carnicum, fu sede vescovile tra il IV e il V secolo.

Indice

Geografia fisicaModifica

Sorge a 429 m in Valle del But o Canale di San Pietro (Cjanal di San Pieri), alla destra orografica del torrente, nella regione alpina della Carnia. Ha come frazioni tre paesi: Sezza, Fielis e Formeaso che confina direttamente con Zuglio

StoriaModifica

Zuglio è l'antica Iulium Carnicum, la città romana più settentrionale d'Italia, fondata tra il 58 e il 49 a.C. come vicus e diventata colonia nel I secolo d.C. Assunse un rilievo sempre maggiore per la sua posizione strategica, in prossimità della cosiddetta Via Iulia Augusta, la quale attraverso l'impervio passo di Monte Croce Carnico conduceva alle regioni del Norico. In età tardoantica ed altomedievale fu sede episcopale (IV-VIII secolo). La diocesi, suffraganea di Aquileia, estendeva la sua giurisdizione alla Carnia e al Cadore.

L'ente comunale fu soppresso nel 1932 per essere aggregato al comune di Arta, fu poi ricostituito come comune autonomo nel 1946[4].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
S. Pietro in Carnia

Il Civico Museo Archeologico "Iulium Carnicum", inaugurato nel 1995, si trova al centro del capoluogo, nei pressi dell'area archeologica del Foro e raccoglie i rinvenimenti degli scavi della città romana, iniziati già nel XIX secolo (e precedentemente conservati in un piccolo Antiquarium) e oggetti provenienti dall'intera Carnia.

Nel comune di Zuglio, a circa tre chilometri dall'abitato, si trova la Pieve di San Pietro in Carnia, fra le più antiche del Friuli e a più riprese sede episcopale nell'alto Medioevo.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

 

Lingue e dialettiModifica

A Zuglio, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza il friulano carnico, una variante della lingua friulana. Nel territorio comunale vige la Legge regionale 18 dicembre 2007, n. 29 "Norme per la tutela, valorizzazione e promozione della lingua friulana"[6].

AmministrazioneModifica

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1985 1990 Battista Molinari PSI Sindaco
1990 1995 Enzo Martinelli PSI Sindaco
1995 2004 Domenico Romano centrosinistra Sindaco
2004 2009 Stelio Dorissa lista civica Sindaco
2009 2014 Elio Moser lista civica Sindaco
2014 in carica Battista Molinari lista civica Sindaco

NoteModifica

  1. ^ Comune di Zuglio - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  3. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana, su arlef.it. URL consultato il 18 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).
  4. ^ Fonte
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Denominazioni ufficiali in Lingua Friulana, Arlef. URL consultato il 26 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2013).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN145857258 · WorldCat Identities (EN145857258