Filippo Vitale

Filippo Vitale (Napoli, 15851650) è stato un pittore italiano, barocco di scuola napoletana attivo principalmente nella sua città natale nel XVII secolo. Caravaggista, si è formato alla scuola di Jusepe de Ribera.

Filippo Vitale, Il sacrificio di Isacco, Museo di Capodimonte, Napoli
Filippo Vitale, San Gennaro, San Nicola e San Severo Museo di Capodimonte, Napoli

BiografiaModifica

Formatosi prima nella bottega di Carlo Sellitto, di cui manteneva lo stile, gli fu commissionato alla morte di quest' ultimo il completamento della "Crocifissione" di Santa Maria in Cosmedin. Introdotto successivamente nella cerchia di Ribera, rimase fedele per tutta la sua carriera a un Caravaggismo realistico che tuttavia si ammorbidì nel tempo fino a sfiorare un certo classicismo.

Filippo Vitale era il patrigno di Pacecco De Rosa, che ha iniziato il suo apprendistato nel suo laboratorio. Ha anche formato Juan Do, Aniello Falcone e Agostino Beltrano.

OpereModifica

Scrittura di San Girolamo .

Giuditta con la testa di Oloferne (1620).

San Pietro consegnato da un angelo , Museo delle belle arti di Nantes

"Lot e le sue figlie".

Caino e Abele .

"Giacobbe benedice Isacco".

Il sacrificio di Isacco , Museo nazionale di Capodimonte, Napoli

San Benedetto che rotola nei rovi , Musée Fesch d 'Ajaccio.

Figura di santo .

L'Angelo custode , chiesa della Pietà dei Turchini di Napoli

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN293331472 · ULAN (EN500021547