Apri il menu principale
Firestone
Kygo firestone.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaKygo
FeaturingConrad Sewell
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1º dicembre 2014
Durata4:33
Album di provenienzaCloud Nine
GenereDeep house
Tropical house
EtichettaSony Music
ProduttoreKygo
Registrazione2014
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[1]
(vendite: 15 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[2]
(vendite: 500 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia[3]
(vendite: 70 000+)

Belgio Belgio[4]
(vendite: 30 000+)
Germania Germania[5]
(vendite: 400 000+)
Italia Italia (5)[6]
(vendite: 250 000+)
Norvegia Norvegia (5)[7]
(vendite: 50 000+)

Regno Unito Regno Unito[8]
(vendite: 600 000+)
Kygo - cronologia
Singolo precedente
Cut Your Teeth (Kygo Remix)
(2014)
Singolo successivo
(2015)

Firestone è un singolo del DJ norvegese Kygo, pubblicato il 1º dicembre 2014 come primo estratto dal primo album in studio Cloud Nine.

Il singolo ha visto la collaborazione vocale del cantautore australiano Conrad Sewell.

Il singolo ha debuttato alla prima posizione della VG-lista, la principale classifica musicale della Norvegia, ottenendo anche un ottimo successo commerciale, vendendo più di 2.000.000 copie nel mondo. In Italia ottiene il quadruplo disco di platino nel dicembre 2015.

DescrizioneModifica

Il brano è stato scritto da Kygo, Conrad Sewell e Martijn KonignenburgIl[9] ed è stato prodotto dallo stesso Kygo sotto la Sony Music e l'Ultra Music, con cui il giovane dj aveva da poco firmato un contratto discografico.

Video musicaleModifica

Il videoclip che ha accompagnato l'uscita del singolo è stato pubblicato sul canale Vevo del DJ, divenendo così il suo primo videoclip ad aver ottenuto questa certificazione, il 9 marzo 2015[10]. Il video inizia con una giovane donna (la modella Rachel Echelberger) che incontra un ragazzo e, proprio quando sembra sul punto di baciarlo, si allontana dietro un muro: ormai in trance, il ragazzo si mette a seguire la donna attraversando una moltitudine di porte e stanze di diversi colori, fino a che non giunge nel bel mezzo di un clima di festa e allegria (dove si vede Kygo suonare la tastiera), all'interno del quale incontra di nuovo la ragazza, che però gli sfugge di nuovo. La clip si chiude con i due che si incontrano sul tetto di un edificio.

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (DE) Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 7 marzo 2019.
  2. ^ Certificazione negli Stati Uniti, RIAA. URL consultato il 22 agosto 2016.
  3. ^ Certificazione in Australia, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 22 agosto 2016.
  4. ^ Certificazione in Belgio, su ultratop.be. URL consultato il 22 agosto 2016.
  5. ^ Certificazione in Germania, su musikindustrie.de. URL consultato il 22 agosto 2016 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  6. ^ Firestone (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 30 gennaio 2017.
  7. ^ Certificazione in Norvegia, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 22 agosto 2016.
  8. ^ Certificazione in Regno Unito, su bpi.co.uk. URL consultato il 22 agosto 2016.
  9. ^ The Bigger Picture: hoe een Nederlandse jongen de grootste hit van Kygo schreef, su 3voor12.vpro.nl.
  10. ^ Kygo - Firestone ft. Conrad Sewell, su youtube.com.
  11. ^ a b c d e f g h i j k l m CHARTS, Ultratop. URL consultato il 20 agosto 2016.
  12. ^ Classifica in Canada, Billboard. URL consultato il 20 agosto 2016.
  13. ^ Classifica in Germania, Media Control Charts. URL consultato il 20 agosto 2016.
  14. ^ Classifica in Irlanda, IRMA. URL consultato il 20 agosto 2016.
  15. ^ Classifica nei Polonia, ZPAV. URL consultato il 20 agosto 2016.
  16. ^ Classifica in Regno Unito, Official Charts Company. URL consultato il 20 agosto 2016.
  17. ^ Classifica nella Repubblica Ceca, su ifpicr.cz. URL consultato il 20 agosto 2016.
  18. ^ Classifica in Slovacchia, su ifpicr.cz. URL consultato il 20 agosto 2016.
  19. ^ Classifica negli Stati Uniti, Billboard Hot 100. URL consultato il 20 agosto 2016.
  20. ^ Classifica in Ungheria, Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége. URL consultato il 20 agosto 2016.
  21. ^ Top 100 Singles 2015, ARIA Charts. URL consultato il 22 agosto 2016.
  22. ^ TOP 100 SINGLE-JAHRESCHARTS, Media Control Charts. URL consultato il 22 agosto 2016.
  23. ^ Classifiche "Top of the Music" 2015 FIMI, su fimi.it. URL consultato il 22 agosto 2016.
  24. ^ AIRPLAY 2015, ZPAV. URL consultato il 22 agosto 2016.
  25. ^ The Official Top 40 Biggest Songs of 2015 revealed, Official Charts Company. URL consultato il 22 agosto 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica