Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Flagellicaudata
Diplodocus tail.jpg
Dettaglio della coda frusta di Diplodocus hallorum insieme a Saurophaganax,
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine † Sauropodomorpha
Clade † Sauropoda
Clade † Diplodocimorpha
Clade Flagellicaudata
Harris & Dodson, 2004
Sottogruppi

Flagellicaudata è un clade estinto di dinosauri sauropodi diplodocimorphi vissuti dal Giurassico inferiore-Cretaceo inferiore, circa 174-122 milioni di anni fa (Toarciano-Aptiano), in Nord America, Africa ed Europa. Il clade fa parte di Sauropoda e include due famiglie, Dicraeosauridae e Diplodocidae.[1]

FilogenesiModifica

Il clade Flagellicaudata fu eretto da Harris e Dodson (2004) per il clade Diplodocoide formato da Dicraeosauridae e Diplodocidae nel loro articolo che descriveva un nuovo genere di dinosauro sauropode, Suuwassea. Gli autori hanno effettuato un'analisi filogenetica e hanno osservato che Suuwassea, sebbene più derivata rispetto a Rebbachisauridae, si trova in una tricotomia con altre famiglie appartenenti a Diplodocoidea (Diplodocidae e Dicraeosauridae). Flagellicaudata è stato definito come un clade basato su nodi costituito dal più recente antenato comune di Dicraeosaurus e Diplodocus e di tutti i suoi discendenti. La parola "Flagellicaudata" si riferisce alle lunghe code a frusta di questi animali, flagello è una parola latina che significa "frusta", e cauda in latino significa "coda".[1]

Frammento di cladogramma presentato nello studio di Harris & Dodson (2004):[1]

Diplodocoidea
Flagellicaudata
Diplodocidae
Diplodocinae

Barosaurus

Diplodocus

Apatosaurus

Suuwassea

Dicraeosauridae

Dicraeosaurus

Amargasaurus

Lingwulong

Rebbachisaurus

Nigersaurus

Rayososaurus

NoteModifica

  1. ^ a b c JD Harris, P Dodson, A new diplodocoid sauropod dinosaur from the Upper Jurassic Morrison Formation of Montana, USA, in Acta Palaeontologica Polonica, vol. 49, nº 2, 2004, pp. 197–210.

Collegamenti esterniModifica