Apri il menu principale
Flight Unlimited III
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows
Data di pubblicazione17 settembre 1999
GenereSimulatore di volo
OrigineStati Uniti
SviluppoLooking Glass Studios
PubblicazioneElectronic Arts
SerieFlight Unlimited
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputmouse, tastiera
Fascia di etàACBG · ESRBE · PEGI: 3
Preceduto daFlight Unlimited II

Flight Unlimited III è un simulatore di volo sviluppato da Looking Glass Studios e distribuito nel 1999 da Electronic Arts per Microsoft Windows.[1]

DescrizioneModifica

Il gioco permette di pilotare aerei commerciali o civili nell'area di Seattle, volando liberamente o affrontando delle missioni "Sfida", come ad esempio sventare una rapina o localizzare il Bigfoot.[2] Il team di sviluppo basò il titolo sul suo precedente, Flight Unlimited II (in particolare sulle sue meccaniche di aviazione generale), includendo inoltre più dettagli del terreno e del motore fisico, un maggiore numero di aerei e la presenza del clima in tempo reale.[1] Una parte dei membri del team di sviluppo di Flight Unlimited II partecipò allo sviluppo del sequel, insieme a dei nuovi assunti.[3]

Il lead designer Peter James descrisse lo sviluppo di Flight Unlimited III come una sfida, a causa di una mancanza di interesse da parte di Electronic Arts e dalla dirigenza di Looking Glass Studios. In diretta concorrenza con Microsoft Flight Simulator 2000 e Fly!, il gioco non raggiunse una quota di mercato sufficiente, diventando uno dei più grandi flop commerciali della Looking Glass, vendendo approssimativamente 20 000 copie negli Stati Uniti il primo anno. I guadagni esigui derivati dal flop portarono alla chiusura di Looking Glass Studios nel 2000.

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Flight Unlimited III, su mobygames.com. URL consultato il 23 giugno 2018.
  2. ^ (EN) Flight Unlimited III Review, su gamespot.com, 11 ottobre 1999. URL consultato il 23 giugno 2018.
  3. ^ (EN) What's up in the Looking Glass Flying Circus ?, su lglass.com. URL consultato il 23 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 1998).
  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi