Apri il menu principale

Foolad Mobarekeh Sepahan Football Club

società calcistica iraniana
Foolad Mobarekeh Sepahan Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px vertical HEX-FFBB00 Black.svg Giallo, nero
Dati societari
Città Esfahan
Nazione Iran Iran
Confederazione AFC
Federazione Flag of Iran.svg FFIRI
Campionato Persian Gulf Pro League
Fondazione 1953
Presidente Iran Masoud Tabesh
Allenatore Iran Amir Ghalenoei
Stadio Foolad Shahr Stadium
(20 000 posti)
Sito web www.fooladsepahansport.com
Palmarès
Titoli nazionali 5 campionati iraniani
Trofei nazionali 4 Coppe dell'Iran
Dati aggiornati al 9 dicembre 2018
Si invita a seguire il modello di voce

Il Foolad Mobarekeh Sepahan Football Club, meglio noto come Sepahan, è una società calcistica iraniana con sede nella città di Esfahan. Milita nella Persian Gulf Pro League, la massima serie del campionato iraniano di calcio, del quale ha vinto 5 edizioni, tre consecutive dal 2010 al 2012.

StoriaModifica

Finalista della AFC Champions League 2007, la massima competizione calcistica per club del continente asiatico, è stata sconfitta in finale dai giapponesi dell'Urawa Red Diamonds. Ciò nonostante è stata ammessa alla Coppa del mondo per club FIFA 2007 poiché i giapponesi avevano già vinto la J League, torneo i cui vincitori si qualificano alla Coppa del mondo per club FIFA. Dopo aver sconfitto nel turno preliminare i neozelandesi del Waitakere United (3-1), la compagine iraniana è stata eliminata dalla manifestazione ai quarti di finale dopo la sconfitta contro l'Urawa Red Diamonds per 1-3.

CronistoriaModifica

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2002-2003, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2014-2015
2004, 2006, 2007, 2013

OrganicoModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (FA) Sito ufficiale, su fooladsepahansport.com. URL consultato il 12 aprile 2019 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2015).