Apri il menu principale

Frank Clark (giocatore di football americano)

giocatore di football americano statunitense
Frank Clark
Frank Clark (American football) 2019.JPG
Clark nel 2019
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 123 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Defensive end
Squadra Kansas City Chiefs
Carriera
Giovanili
2011-2014 Michigan Wolverines
Squadre di club
2015-2018 Seattle Seahawks
2019- Kansas City Chiefs
Statistiche
Partite 62
Partite da titolare 33
Tackle 137
Sack 36,0
Intercetti 1
Fumble forzati 9
Statistiche aggiornate al 2 gennaio 2019

Frank Clark (Bakersfield, 14 giugno 1993) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di defensive end per i Kansas City Chiefs della National Football League (NFL).

Carriera universitariaModifica

 
Clark al college nel 2012

Al college, Clark giocò a football coi Michigan Wolverines dal 2011 al 2014. Nella sua prima stagione mise a segno un intercetto che diede il via a uno dei due touchdown di Michigan nello Sugar Bowl del 3 gennaio 2012. L'anno seguente fu sospeso per la prima gara della stagione contro Alabama dopo essere stato accusato (e in seguito dichiarato colpevole) di invasione di domicilio e furto di un MacBook Air[1]. Gli fu concesso di tornare ad allenarsi poche settimane dopo. Clark avrebbe rischiato un massimo di 15 anni di prigione di pena e una multa di 3.000 dollari ma in base allo "Holmes Youthful Trainee Act", se la cavò con la libertà vigilata[2]. Sul campo di gioco, mise a segno un sack in ognuna delle ultime due gare della stagione contro Iowa e Ohio State.

Nei suoi primi due anni a Michigan, Clark aumentò di circa 27 kg, senza che la cosa avesse sembrato togliergli rapidità. Il 21 settembre mise a segno 1,5 sack contro Connecticut, uno dei quali risultò decisivo perché i Wolverines si portassero in vantaggio 24–21. Altri due li fece registrare contro Penn State il 12 ottobre, gara in cui recuperò anche un fumble che ritornò in touchdown. Al termine della stagione regolare, fu inserito nella seconda formazione ideale della Big Ten Conference. Domenica 16 novembre 2014, Clark fu arrestato per violenza domestica, venendo cacciato dalla squadra[3].

Carriera professionisticaModifica

Seattle SeahawksModifica

 
Clark con i Seahawks nel 2015

Clark fu scelto nel corso del secondo giro (63º assoluto) del Draft NFL 2015 dai Seattle Seahawks[4]. Debuttò come professionista subentrando nella gara del primo turno contro i St. Louis Rams. Nella settimana 12 contro gli Steelers fece registrare il primo sack in carriera ai danni di Ben Roethlisberger[5]. Sette giorni dopo disputò la sua miglior prova stagionale pressando Teddy Bridgewater dei Vikings per tutta la partita, terminata con 2 sack e 2 passaggi deviati[6]. Nel turno successivo forzò il suo primo fumble, recuperato dal compagno Bobby Wagner, nella gara contro i Ravens[7]. La sua annata da rookie si chiuse con 16 tackle e 3 sack disputando 15 partite, nessuna delle quali come titolare. Il primo sack nei playoff lo mise a segno su Cam Newton nel secondo turno ma Seattle fu eliminata dai Carolina Panthers[8].

Nella stagione 2016, Clark si classificò secondo nella squadra con 10 sack, con un massimo di 2 nel secondo turno contro i Los Angeles Rams, disputando 15 partite, di cui le prime 5 in carriera come titolare. Inoltre fece registrare 47 placcaggi e forzò 2 fumble.

Nella vittoria della settimana 8 della stagione 2017, Clark mise a segno due sack su Deshaun Watson degli Houston Texans nella vittoria in rimonta di Seattle.[9] Con altri 2 nel tredicesimo turno giunse a quota 20 in carriera[10] La sua annata si concluse guidando Seattle con 9 sack e disputando per la prima volta tutte le 16 partite, 12 delle quali come titolare.

Nel quinto turno della stagione 2018 Clark mise a segno il primo intercetto in carriera ai danni di Jared Goff dei Los Angeles Rams. Sette giorni dopo, nella gara disputata al Wembley Stadium di Londra, disputò una delle migliori partite stagionali, mettendo a segno 2,5 sack e forzando 2 fumble su Derek Carr nella vittoria sugli Oakland Raiders per 27-3.[11] Per questa prestazione fu premiato come miglior difensore della NFC della settimana.[12] Nell'anticipo dell'undicesimo turno vinto contro i Packers Clark fece registrare due sack su Aaron Rodgers raggiungendo la doppia cifra per la seconda volta in carriera.[13] Con altri due nell'ultimo turno chiuse la stagione regolare con un nuovo primato personale di 14, oltre a 4 fumble forzati.

Kansas City ChiefsModifica

Il 23 aprile 2019, Clark fu ceduto ai Kansas City Chiefs per una scelta del primo giro del Draft NFL 2019 e una del secondo giro di quello del 2020. Dopo lo scambio firmò un nuovo contratto da 105,5 milioni di dollari, 63,5 milioni dei quali garantiti. Nella prima partita con la nuova maglia mise a segno un intercetto sul quarterback Gardner Minshew nella vittoria sui Jacksonville Jaguars per 40-26.

PalmarèsModifica

  • Difensore della NFC della settimana: 1
6ª del 2018

NoteModifica

  1. ^ (EN) Frank Clark, facing home invasion charge, is 2nd Michigan football player suspended, AnnArbour.com, 23 luglio 2012. URL consultato il 2 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  2. ^ (EN) Frank Clark's status with Michigan won't change after felony plea, Brady Hoke says, AnnArbour.com, 12 settembre 2012. URL consultato il 2 maggio 2015.
  3. ^ (EN) Wolverines dismiss DE Frank Clark, ESPN, novembre 2014. URL consultato il 2 maggio 2015.
  4. ^ (EN) Seahawks tab DE Frank Clark with first selection in 2015 NFL Draft, seahawks.com, 1º maggio 2015. URL consultato il 2 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2015).
  5. ^ (EN) Game Center: Pittsburgh 30 Seattle 39, NFL.com, 28 novembre 2015. URL consultato il 29 novembre 2015.
  6. ^ (EN) Game Center: Seattle 38 Minnesota 7, NFL.com, 6 dicembre 2015. URL consultato il 7 dicembre 2015.
  7. ^ (EN) Game Center: Seattle 35 Baltimore 6, NFL.com, 13 dicembre 2015. URL consultato il 14 dicembre 2015.
  8. ^ (EN) Panthers withstand comeback, outlast Seahawks, 31-24, NFL.com, 17 gennaio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  9. ^ (EN) Game Center: Houston 38 Seattle 41, NFL.com, 29 ottobre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  10. ^ (EN) Game Center: Philadelphia 10 Seattle 24, NFL.com, 3 dicembre 2017. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  11. ^ (EN) What we learned from Sunday's Week 6 games, in NFL.com, 14 ottobre 2018. URL consultato il 15 ottobre 2018.
  12. ^ (EN) Albert Wilson, Todd Gurley among Players of Week, in NFL.com, 17 ottobre 2018. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  13. ^ (EN) Game Center: Green Bay 24 Seattle 27, NFL.com, 15 novembre 2018. URL consultato il 16 novembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica