Apri il menu principale
Fratellanza Ginnastica Savonese A.S.D.
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Fratellanza Ginnastica, Fratellanza Savonese, Ginnastica Savonese
Segni distintivi
Colori sociali Bianco e Blu (Strisce Orizzontali) con Bande Giallo e Rosso e Bianco.svg Bianco · blu
Dati societari
Città Savona
Paese Italia Italia
Confederazione Unione europea U.E.G.
Federazione Italia F.G.I.
Campionato Serie A1 GAF
Fondazione 1883
Presidente Andrea Zaffarano
Allenatore
  • Mario Sbaiz
  • Barbara Cova
  • Elisa Barile
  • Marta Barile
Palmarès
Titoli nazionali serie A2: 1
fgsavonese.it

La Fratellanza Ginnastica Savonese è una società di ginnastica di Savona, fondata il 4 marzo 1883,[1] insignita della Stella d'oro al merito sportivo e del Collare d'oro al merito sportivo.

Nel 2013 ha conquistato la promozione in Serie A1 GAF.

Oltre alla ginnastica artistica, attualmente gestisce anche le sezioni di ginnastica ritmica, karate e judo, ma nella sua storia centenaria ha dato vita a quasi tutte le sezioni sportive savonesi. È stata una delle otto società fondatrici dell'UNASCI (Unione Nazionale Associazioni Sportive Centenarie d'Italia).

Indice

StoriaModifica

Nel 1883 un gruppo di studenti fondò la Società Ginnastica Savonese, per la «ricreazione ed educazione dell'individuo ad ogni sorta di esercizi ginnastici ed al maneggio delle armi»;[2] nello stesso periodo alcuni operai fondavano la Società Ginnastica Operaia "Giuseppe Garibaldi". Vista la comunanza di intenti e di ideali, le due società si unirono nella "Fratellanza Ginnastica Savonese", nel marzo 1883.[2]

Nel 1906 la sede fu stabilita in via Quarda Superiore.[2]

Nel 1966 la società ha ottenuto il diploma del CONI; nel 1982, il diploma rilasciato della Federginnastica per i 100 anni di attività e la Stella al merito sportivo per le arti marziali; l'anno dopo il Comune di Savona assegna la Medaglia d'Oro per i Meriti Sportivi, ed il Panathlon l'onorificenza «per un secolo di benemerenze acquisite»; nel 1994 il CONI rilascia una benemerenza per l'attività sportiva svolta; nel 2004 la Federazione Ginnastica d'Italia la riconosce Scuola di Ginnastica.[2]

Il 15 dicembre 2014, la società è stata insignita del Collare d'oro al merito sportivo, grazie «ai risultati, conseguiti nella sua secolare storia, dai suoi atleti oltre all'opera di diffusione della pratica della ginnastica artistica, soprattutto tra le giovanissime».[3][4]

Le sezioni sportiveModifica

Nel tempo la società ha dato via a numerose discipline nell'ambiente cittadino.

Il calcio è stata la prima sezione sportiva; il 20 giugno 1907, Cesare Lanza e Nicolò Pessano fondarono la "Sezione Giuochi": comprendeva il football, la palla vibrata (precursore del pallone elastico) e il tamburello; il 26 dello stesso mese si tenne il primo allenamento della squadra di calcio, Savona 1907 Foot-Ball Club, in Piazza d'Armi, diretto da Baciccia Tarò. I colori sociali della squadra calcistica sono tuttora il bianco e il blu della società madre.[2][5]

In seguito nacquero le sezioni di scherma, atletica leggera, lotta greco-romana, ciclismo, nuoto ed altre discipline sportive. Attualmente la Fratellanza gestisce la ginnastica (artistica, ritmica e ginnastica per tutti), il judo ed il karate.[2]

Tra gli sportivi più di successo si annoverano gli atleti olimpionici Furio Fusi e Giuseppe Bevilacqua ed i sollevatori olimpionici Pietro Puia e Giuseppe Lagrotteria.

La ginnastica artisticaModifica

Tra i ginnasti di successo nella storia della società si annoverano l'olimpionico Carlo Fregosi e la ginnasta Ilaria Rosso,

La Fratellanza Savonese è riconosciuta Scuola di Ginnastica dalla Federazione Ginnastica d'Italia; il settore femminile partecipa ai campionati a squadre di Serie A, B e C; il settore maschile gareggia in serie C.

Gli allenatori della squadra femminile sono Mario Sbaiz, Barbara Cova, Elisa Barile e Marta Barile, tecnici federali, oltre ai tecnici societari Alessia Accornero e Marta Di Murro.

La conquista della A1Modifica

La stagione 2011 si è conclusa al penultimo posto della classifica di serie A2, e la squadra, composta da Alessia Contatore, Anna Profetto, Alice Bortolazzi e Ludovica Damele, retrocede in Serie B.[6] Subito nel campionato interregionale di Serie B 2012 viene riconquistata la categoria superiore; nel 2013 la squadra di Alessia Contatore, Alice Bortolazzi, Thi Thu Ha Cardetti, Beatrice Chessa, e Michela Redemagni ottiene la storica prima promozione in A1, nell'anno del 130º anniversario della fondazione della società. Nella prima tappa, ad Ancona, la squadra si è classificata al primo posto; a Padova al secondo; nella terza tappa, a Bari, ottiene solo un settimo posto, anche per l'infortunio della ginnasta nazionale Michela Redemagni. A Firenze giunge la vittoria di tappa e la vetta della classifica.[7]

ImpiantiModifica

Fino al 2013 la squadra si allenava nel Palazzetto dello Sport, adattando le attrezzature agli spazi del campo da basket.[7] In seguito, il Comune di Savona ha consegnato alla società la palestra comunale "Gioachino Barile", un impianto moderno e dotato delle attrezzature necessarie alla pratica della ginnastica artistica di alto livello.

OnorificenzeModifica

  Stella d'oro al merito sportivo
— 1967[8]
  Collare d'oro al merito sportivo
«ai risultati, conseguiti nella sua secolare storia, dai suoi atleti oltre all'opera di diffusione della pratica della ginnastica artistica, soprattutto tra le giovanissime»
— 2014

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Rodolfo Badarello (a cura di), La storia della "Fratellanza Ginnastica Savonese" nella storia di Savona. Riletta sulla stampa quotidiana e su documenti originali, 1883-1983, Savona, Fratellanza ginnastica savonese, 1983, p. 161.