Apri il menu principale
Frittata con la mentuccia
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneMarche
Dettagli
Categoriaantipasto
Ingredienti principali
  • uova
  • pecorino
  • mentuccia
 

Piatto tradizionale marchigiano legato alla cucina povera, la frittata con la mentuccia era considerata la pietanza che non doveva mai mancare nella prima colazione della mattina di Pasqua.[1]

Negli usi questa prima colazione è particolarmente abbondante e ricca di molte varietà di cibo tra cui questa frittata.

Composta di ingredienti semplici quali le uova, la mentuccia o nepitella detta anche mentastro, un pizzico di pepe, un po' di sale e olio.

A Serra San Quirico usavano aggiungere anche qualche goccia di acqua benedetta.

La particolarità del piatto è che deve risultare una frittata alta.

RicettaModifica

Si pesta la menta in un mortaio e ottenuta una fine poltiglia si lega con le uova, il pepe, il sale.

Si cuoce, sul fuoco, in padella ed il risultato è quello di ottenere una vera torta verde profumatissima. Si accompagna al salame, alla finanziera, al formaggio e alle uova benedette.

IngredientiModifica

  • 10 uova
  • 200 g di mentuccia
  • 1 L di latte
  • 1 bicchiere d'olio
  • 1 tazzina di formaggio grattugiato
  • 1/2 tazzina di pane grattugiato

NoteModifica

  1. ^ Frittata con la Mentuccia [collegamento interrotto], su Macerata Itinerari. URL consultato l'11 giugno 2014.

BibliografiaModifica