Gaia Aprea

attrice italiana

Gaia Aprea (Roma, 1972[1]) è un'attrice italiana.

È moglie dell'attore e doppiatore Massimo Popolizio.

BiografiaModifica

Figlia di Bruno Aprea, pianista e direttore d’orchestra, si iscrive all’Accademia nazionale d'arte drammatica, docente il regista Mario Ferrero, dove si diploma nel 1994. Dopo alcuni anni di importanti scritture (Glauco Mauri, Luca Ronconi, Theodoros Terzopoulos), nel 2000 inizia a collaborare con il Teatro Stabile del Veneto, prevalentemente con il regista Luca De Fusco[2].

Nel 2004, poco più che trentenne, riceve il Premio E.T.I. Gli Olimpici del Teatro come Miglior attrice emergente[3]. Nel 2005, per la prima volta interpreta il monologo in versi Giovanna d'Arco di Maria Luisa Spaziani, che sarà ripreso più volte nel corso degli anni e che la conferma come attrice di talento: «Una grazia leggera eppure consapevole e matura che, unita a un talento poliedrico diviso tra recitazione e bel canto, fa di Gaia Aprea una delle giovani interpreti più interessanti e duttili della nostra scena.»[4].

Nel 2000 lo spettacolo Peines de cœur d'une chatte francaise regia di Alfredo Arias, di cui è protagonista, vince il premio Moliere a Parigi come miglior spettacolo musicale.

Nel 2011 inizia la collaborazione con il Teatro Stabile di Napoli partecipando alla realizzazione de L'opera da tre soldi con Massimo Ranieri e Lina Sastri[5].

Nel 2018 un altro importante riconoscimento: il Premio Le Maschere del Teatro italiano come Miglior attrice protagonista per Sei personaggi in cerca d'autore[6].

TeatroModifica

TelevisioneModifica

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (FR) Jean Louis Perrier, Gaia Aprea, Minette Romaine, su Le Monde, 9 dicembre 1999.
  2. ^ Gaia Aprea teatrostabileveneto.it
  3. ^ Consegnato 'Gli Olimpici del Teatro - Eti - Premio ETI teatro.it, 4 ottobre 2004
  4. ^ Laura Novelli, Gaia Aprea ci guida dentro la vita e l'anima di Giovanna d'Arco, su il Giornale, 6 settembre 2005.
  5. ^ Emanuela Ferrauto, L'opera da tre soldi, su dramma.it.
  6. ^ Simona Buonaura, Premio "Le Maschere del Teatro Italiano 2018", ecco i vincitori, su sipario.it, 10 settembre 2018.