Apri il menu principale

Gaio Mario il Giovane

politico romano
Gaio Mario il Giovane
Gaius Marius Minor.jpg
Gaio Mario il Giovane, ritratto fittizio del Promptuarii Iconum Insigniorum
Nome originaleGaius Marius Minor
GensMaria
PadreGaio Mario
Consolato82 a.C.

Gaio Mario, detto il Giovane (110 a.C. / 108 a.C.Palestrina, 82 a.C.), è stato un politico romano.

BiografiaModifica

Figlio del generale Gaio Mario e di Giulia, fu sempre stimato dal cugino Giulio Cesare. In gioventù fu educato assieme a Cicerone e Tito Pomponio Attico da tutori greci. Mario il giovane assume un ruolo da protagonista durante la fase più acuta dello scontro durante la guerra civile. Come il padre appoggiò la causa dei plebei contro i patrizi.

Fu consolato nell'82 a.C.[1]. Durante il suo consolato, sposò Mucia Terzia (futura moglie di Gneo Pompeo Magno). Nell'82 a.C., Lucio Cornelio Silla e il suo esercito sbaragliarono l'esercito di Mario nei pressi di Verrugo Collis[2]. Rifugiatosi a Palestrina, durante il successivo assedio, Mario si suicidò.[3]

NoteModifica

  1. ^ Velleio Patercolo, II, 26
  2. ^ Periochae del Tito Livio, 87
  3. ^ Strabone, Geografia, V, 3,11.