Giorgio Cancellieri

generale e magistrato italiano
Giorgio Cancellieri
NascitaPieve Torina, 1936
Dati militari
Paese servitoFlag of Italy.svg Italia
Forza armataStemma araldico e distintivo dello Stato Maggiore Difesa.svg Forze armate italiane
Anni di servizio1957-2001
GradoGenerale di corpo d'armata
Comandante diVice-comandante generale dell'Arma dei Carabinieri
DecorazioniCavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
voci di militari presenti su Wikipedia

Giorgio Cancellieri (Pieve Torina, 1936) è un generale e magistrato italiano.

BiografiaModifica

Allievo dell'Accademia Militare di Modena nel 1957, al termine del quadriennio Accademia - Scuola di Applicazione d'arma di Torino viene assegnato alla Divisione "Folgore" per essere poi nominato ufficiale dei Carabinieri nel 1962.

Nell'Arma dei Carabinieri assume l'incarico di Comandante della Tenenza di Perugia, poi viene destinato in incarichi di comando territoriale a Firenze e quindi a Torino. Successivamente frequenta il corso per pilota di elicotteri e poi i corsi di Stato Maggiore e Superiore di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra dell'Esercito di Civitavecchia, conseguendo il prestigioso, omonimo titolo (t.SG). Nel ventennio 1980-2000, con una cadenza quasi biennale, assolve importanti e delicati incarichi di comando e di Stato Maggiore a Pratica di Mare (aeroporto), a Genova, a Cagliari, a Palermo, a Padova e a Roma quali quello di Comandante della Provincia di Genova, della Legione Sardegna, della Regione Siciliana, della Divisione territoriale del Nord-Est, della Divisione Unità mobili e speciali, del Comando delle Scuole dell'Arma nonché quello di Capo di Stato Maggiore del Comando Generale e successivamente di Vice Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri[1].

Nel 2001 al termine della carriera militare - dopo aver raggiunto il grado vertice di generale di corpo d'armata - viene nominato dal Governo consigliere della Corte dei Conti.

È membro del Pio Sodalizio dei Piceni in Roma.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 2003[2]
  Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 27 dicembre 1994[3]
  Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 giugno 1993[4]
  Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
  Medaglia militare al merito di lungo comando (20 anni)
  Medaglia militare aeronautica per lunga navigazione aerea (20 anni)
  Croce d'oro per anzianità di servizio (ufficiali e sottufficiali, 40 anni)
  Commendatore dell'Ordine Equestre di San Gregorio Magno
  Commendatore di Merito del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giorgio
  Commendatore con Spade dell'Ordine pro merito Melitensi
  Distintivo per Corso Superiore di Stato Maggiore (t.SG)

NoteModifica

Voci correlateModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie