Ordine di San Gregorio Magno

ordine cavalleresco della Santa Sede
Ordine di San Gregorio Magno
Ordine equestre pontificio di San Gregorio Magno
Gregoriusorden.jpg
Le insegne dell'Ordine
Emblem of the Papacy SE.svg
Santa Sede
TipologiaOrdine statale
MottoPRO DEO ET PRINCIPE
Statusattivo
CapoPapa Francesco
IstituzioneRoma, 1º settembre 1831
Primo capoGregorio XVI
GradiCavaliere di gran croce
commendatore con placca
commendatore
cavaliere
Precedenza
Ordine più altoOrdine di Pio IX
Ordine più bassoOrdine Equestre Pontificio di San Silvestro Papa
Order of St. Gregory the Great.png
Nastro dell'ordine

L'Ordine equestre pontificio di San Gregorio Magno (in latino: Ordo Sancti Gregorii Magni) è un ordine cavalleresco della Santa Sede.

StoriaModifica

Esso venne fondato da papa Gregorio XVI il 1º settembre 1831, dopo appena sette mesi dalla sua elezione, mediante il breve Quod summis.

L'Ordine di San Gregorio Magno è ancora oggi uno dei cinque ordini pontifici della Santa Sede, precede l'Ordine di San Silvestro. Secondo il cerimoniale diplomatico è un ordine di prima classe. L'ordine è riservato a uomini e donne di religione cattolica (rarissimi sono i casi di conferimento a non cattolici) in riconoscimento per il loro servizio alla Chiesa, per impieghi straordinari, in supporto alla Santa Sede e per il loro buon esempio presso le comunità e nel paese. È riservato a cattolici di distinta condizione, anche se non sono richiesti requisiti nobiliari. È concesso anche a militari solo a partire dal grado di maggiore. Gode del privilegio del saluto militare da parte delle guardie svizzere. I cavalieri di gran croce godono del trattamento di "Eccellenza".

Il motto dell'Ordine è Pro Deo et Principe (letteralmente: "Per Dio e per il sovrano", dove si gioca sulla duplice valenza del titolo latino "princeps" tra sovrano dello Stato - inteso nella figura del papa regnante - e princeps apostolorum, "principe degli apostoli", titolo riconosciuto a San Pietro, primo papa).

I membri dell'Ordine non avevano particolari privilegi, ma è curioso notare che a loro venne riconosciuto il diritto di cavalcare sin dentro la basilica di San Pietro a Roma, un privilegio ad ogni modo usato di rado e presto annullato. Tuttora godono di precedenze durante le cerimonie.

Modalità di conferimentoModifica

"[...] I vescovi diocesani possono proporre il conferimento di una onorificenza pontificia ad ecclesiastici e laici, in segno di apprezzamento e riconoscenza per il servizio prestato. Un Vicario Generale può parimenti richiedere tale conferimento, dichiarando però esplicitamente di procedere in merito con espressa autorizzazione del proprio Vescovo. La richiesta, accompagnata dal curriculum vitae dei candidati (età, professione, condizione familiare e sociale, con descrizione accurata delle benemerenze acquisite nei riguardi della Chiesa), dovrà essere inviata alla Nunziatura Apostolica, che la farà pervenire – corredata dal proprio nulla osta – alla Segreteria di Stato. Le domande provenienti dai territori soggetti alla vigilanza delle Congregazioni per le Chiese orientali e per l’Evangelizzazione dei Popoli, siano prima inviate al Dicastero competente che provvederà poi a trasmetterle alla Segreteria di Stato [...]."

(Istruzione sul conferimento di Onorificenze Pontificie, Città del Vaticano, 13 maggio 2001)

ClassiModifica

L'Ordine dispone di quattro classi di benemerenza:

  • cavaliere di gran croce, a candidati/e di alto profilo nel servizio della Chiesa, a livello nazionale e internazionale, con almeno 55 anni di età e dopo 10 anni dal conferimento di una onorificenza di grado inferiore;
  • commendatore con placca, a candidati/e particolarmente benemeriti, con almeno 50 anni di età e dopo 10 anni dal conferimento di una onorificenza di grado inferiore
  • commendatore, a candidati/e benemeriti, con almeno 45 anni di età e dopo 10 anni dal conferimento di una onorificenza di grado inferiore
  • cavaliere, a candidati/e con almeno 40 anni di età
Cavaliere Commendatore Commendatore con placca Cavaliere di gran croce

InsegneModifica

 
Insegna militare dell'ordine
  • L'insegna è costituita da una croce maltese con la figura di san Gregorio Magno sul diritto ed il motto "Pro Deo et Principe" sul recto. La medaglia viene portata sostenuta da una fascia rossa bordata d'oro.
  • La placca dell'Ordine riporta le medesime decorazioni della croce senza pendente, montata su una stella raggiante d'argento.
  • Il nastro è rosso bordato d'oro su ciascun lato.
  • L'uniforme di colore verde mirto con ricchi ricami d'argento venne approvata per l'ordine da papa Pio IX. La divisa si compone poi di Speroni, sciabola e feluca piumata di nero completano la mise di gala, da utilizzarsi per ricevimenti in Vaticano o per scortare il Vescovo diocesano durante le messe solenni, i pontificali e le processioni.

Le differenze tra la classe civile e militare consistono essenzialmente per i primi nell'indossare una croce sostenuta da una corona d'alloro, nei secondi nell'indossare una croce sormontata da un trofeo di guerra. Va rilevato che la classe militare, oggi, è quasi mai conferita.

AraldicaModifica

Gli insigniti di Gran Croce dell'Ordine sono autorizzati ad attorniare il loro scudo con una fascia rossa e oro con le lettere in oro "PRO DEO ET PRINCIPE", mentre gli altri ranghi inferiori possono porre la loro onorificenza con nastro sotto la punta dello scudo.

Insigniti notabiliModifica

 
Claes Lagergren con la fascia di gran croce dell'Ordine di San Gregorio Magno e la divisa da Cameriere Segreto di Spada e Cappa di Sua Santità.
 
Edouard Thouvenel con la fascia di gran croce dell'Ordine di San Gregorio Magno e la divisa propria dell'Ordine.

PoliticiModifica

DiplomaticiModifica

MilitariModifica

Imprenditori e dirigentiModifica

Artisti e letteratiModifica

Altri insigniti notabiliModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c "Converts to Rome : a list of about four thousand Protestants who have recently become Roman Catholics" (TXT), su archive.org.
  2. ^ Acta Apostolicae Sedis. Commentarium officiale, Città del Vaticano, n. 4, 1962, p. 750. (PDF), su vatican.va.
  3. ^ ilfattoquotidiano.it, https://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/13/da-berlusconi-a-dalema-da-formigoni-a-gianni-letta-ecco-lesercito-dei-cavalieri/654971/.
  4. ^ Order of St. Gregory, NNDB Honor list, su nndb.com.
  5. ^ "Count John A. Creighton Dead: Nebraskan Who Founded Colleges Was Ennobled by The Pope," (PDF), su timesmachine.nytimes.com, New York Times, 8 febbraio 1907. URL consultato il 9 febbraio 2022.
  6. ^ Obituary of John Jakob Raskob, su it.findagrave.com.
  7. ^ a b c John Dart, Pope Honors Rupert Murdoch, Roy Disney, Bob Hope, su latimes.com, Los Angeles Times, 3 gennaio 1998. URL consultato il 9 febbraio 2022.
  8. ^ amministratoridelegati.com, https://www.amministratoridelegati.com/massimo-sarmi/.
  9. ^ Several Americans Receive Knighthoods from Vatican, su web.archive.org (archiviato dall'url originale il 24 agosto 2004).
  10. ^ Roberto Navarrini (a cura di), Le Carte Acerbi nella Biblioteca Teresiana di Mantova: inventario (PDF), su archivi.beniculturali.it, Città di Castello, 2002, pp. XXVI-XXVII.
  11. ^ Onorificenze Pontificie a Zaninelli e Possenti, su itl-editore.com.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo