Apri il menu principale

Giovanni Battista Migliori

avvocato e politico italiano
Giovanni Battista Migliori
Giovanni Battista Migliori.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I; III;IV
Gruppo
parlamentare
Democrazia Cristiana
Incarichi parlamentari
  • membro
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Titolo di studio Laurea
Professione avvocato

Giovanni Battista Migliori (Milano, 28 agosto 1893Saronno, 19 giugno 1978) è stato un avvocato e politico italiano. Deputato della DC.

Indice

BiografiaModifica

Milanese, figlio di Giuseppe Migliori, originario di Cesena, e di Elvira Lombardi di Milano. Si laureò in Giurisprudenza nel 1914 all'Università di Pavia ed esercitò fino al 1968 come avvocato patrocinante della Cassazione e nei tribunali ecclesiastici. Si sposò con Giuseppina (Nella) Rossi. Suo figlio è l'attore Camillo Milli, nato nel 1929.

Impegno pubblicoModifica

Dal 1913 al 1918 fu il Presidente della FUCI, la Federazione universitari cattolici. Durante la I guerra mondiale fu ufficiale presso la 3ª Divisione Cavalleria.

Consigliere Nazionale e membro della Direzione e della Segreteria politica del Partito Popolare Italiano di don Luigi Sturzo, rimase iscritto e dirigente (comunale a Milano e centrale) fino allo scioglimento del Partito da parte del Governo fascista.

Fu richiamato alle armi nel 1942 e inviato al VI Corpo in Croazia.

Fu tra i promotori clandestini della nascita della Democrazia Cristiana di De Gasperi come co-redattore del programma politico “Per una Italia Democratica e Cristiana“ apparso il 25 luglio 1943 a Milano.

Dal 20 settembre 1943 al maggio 1945 si rifugiò in Svizzera. Al suo rientro il CLNAI lo nominò Commissario Straordinario degli "Istituti Ospitalieri" di Milano. Fu eletto presidente della Provincia di Milano dal 1946 al 1948.

Fu consigliere comunale di Milano dal 1946 al 1961, primo degli eletti nel 1951 e 1956.

Fu Deputato al Parlamento per tre legislature: nella I, III, IV. Fu Presidente della Commissione per gli affari interni; Vice Presidente del gruppo parlamentare DC, e "Alto Commissario per la Igiene e Sanità pubblica (ACIS )" dal 1951 al 1953.

Tra le altre responsabilità fu giudice dell'Alta Corte per la Regione Siciliana, fu consigliere nazionale forense, presidente dell'Istituto Sieroterapico Milanese “Belfanti” di Milano (per circa 100 anni prestigioso ente morale-azienda farmaceutica statale).

OpereModifica

Ha collaborato come avvocato e giurista e politico sui seguenti giornali e riviste:

Ha pubblicato i seguenti libri:

  • Le organizzazioni professionali cattoliche in Italia, Milano, 1915;
  • Benedetto XV, Milano, Editrice Daverio, 1955;
  • Codice concordatario, Milano, Edizioni Tramontana, 1959;

Oltre ad opere, articoli e saggi giuridici e politici scrisse, con discreto successo, anche poesie in dialetto milanese.[1]

DecorazioniModifica

Nella sua lunga vita fu decorato più volte:

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Renato Vecchiato- Una cicatrice collettiva - Roma 2016 ISBN 9788892316645 p 171 -172
  • Certificato anagrafico Comune Città di Saronno - 1978-parte II- serie B- n.251, rilasciato il 12 luglio 2011;
  • Scheda autobiografica (originale su carta intestata della Camera dei deputati datata “marzo 1971”) archiviata presso la "Società Storica Saronno", fornita da Piergiuseppe Vellini, responsabile della Web TV PieroDaSaronno - Saronno ;
  • Note biografiche nel sito della fondazione Alcide De Gasperi [1];
  • Elementi biografici e poesie dialettali nel sito milanese [2];
  • AA.VV., FUCI, coscienza universitaria fatica del pensare, intelligenza della fede. Una ricerca lunga cento anni, Editrice San Paolo , Cinisello Balsamo , 1996;
  • email della attuale Presidenza FUCI all'utente del 9 agosto 2011.
  • Rivista Lotta contro la tubercolosi- anno XXI - luglio-agosto 1951 n.7-8 - pp 524-525 - Federazione italiana contro la tubercolosi- Roma

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Intervista [3] ai familiari di Giovanni Battista Migliori trasmessa da Web TV PieroDaSaronno. (autorizzazione con email all'utente del 2 ott.2011)