Giovanni Piacentini (pseudocardinale)

arcivescovo italiano
Giovanni Piacentini
pseudocardinale
Vescovi di Padova Giovanni e Raimondo.jpg
Bartolomeo Montagna, Ritratti del vescovo Giovanni Piacentini e del vescovo Raimondo, Palazzo Vescovile, Padova
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1330/1340 a Parma
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovo8 marzo 1364 da papa Urbano V
Consacrato vescovoin data sconosciuta
Elevato arcivescovo28 aprile 1371 da papa Gregorio XI
Creato pseudocardinale12 luglio 1385 dall'antipapa Clemente VII
Deceduto9 maggio 1404
 

Giovanni Piacentini (Parma, 1330/13409 maggio 1404) è stato un cardinale, arcivescovo cattolico e pseudocardinale italiano.

BiografiaModifica

Era figlio di Bartolomeo (o Ciriaco) Piacentini.

Fu canonico del capitolo della cattedrale di Padova e dopo l'elezione dell'Arciprete Pileo da Prata alla Cattedra di Treviso, Giovanni lo sostituì nella carica. Ebbe alcune angherie con i Carraresi. Nel 1364 venne nominato vescovo di Cervia, carica che ricoprì fino al 1369, quando fu trasferito alla sede di Padova, ove rimase fino al 1371 allorché fu promosso arcivescovo di Patrasso. Quattro anni dopo fu trasferito alla diocesi di Castello. Era vescovo di quest'ultima quando aderì all'obbedienza dell'antipapa Clemente VII. Per questo motivo venne deposto da papa Urbano VI e seguì l'antipapa ad Avignone. Qui Clemente, nel concistoro del 12 luglio 1395, lo creò cardinale e il 20 luglio 1397 ricevette il titolo di cardinale di San Ciriaco alle Terme Diocleziane. Deceduto l'antipapa Clemente VII, partecipò al conclave del 1394, che elesse l'antipapa Benedetto XIII. Nel 1401 fu cardinale protopresbitero. Morì nel 1404.

Collegamenti esterniModifica