Apri il menu principale

Giovanni Santini (scienziato)

astronomo, matematico e scienziato italiano

BiografiaModifica

Nacque da Girolamo Santini e Caterina Brizzi. Lo zio Giovanni Battista gli diede a prima istruzione e lo avvicinò all'aritmetica e alla geometria. La sua educazione proseguì nel Seminario di Prato, dove il suo mentore fu l'abate Bertini. Laureatosi all'Università di Pisa fu dapprima allievo di Barnaba Oriani all'osservatorio di Brera a Milano e poi di Vincenzo Chiminello all'osservatorio di Padova.

È stato professore di astronomia dal 1817 alla morte nell'Università di Padova.

A Padova è stato direttore dell'Osservatorio astronomico dal 1817 al 1877 trasformandolo in un centro di studi di rilievo internazionale.

È stato presidente dell'Istituto veneto di scienze, lettere ed arti tra il 1843-45. È stato preside della facoltà di scienze dal 1845 al 1872 e due volte magnifico rettore, nel 1824-1825 e nel 1856-1857.

È stato autore di circa 300 pubblicazioni scientifiche che toccano tutti i rami dell'astronomia con contributi originali e fondamentali.

È stato il "gran maestro" dell'astronomia italiana dell'800, formando numerosi allievi che divennero professori in molte università italiane.

Fu Sindaco del comune di Noventa Padovana dal 1865 al 1877. [1]

  1. ^ Giovanni Santini - PRO LOCO DI NOVENTA PADOVANA, su www.proloconoventa.it. URL consultato il 28 ottobre 2019.

Opere principaliModifica

  • Tavole dei logaritmi de' numeri naturali da 1 a 101000 e dei seni, coseni, tangenti e cotangenti di minuto in minuto con i primi 4 gradi di 10 in 10 secondi precedute da un trattato elementare di trigonometria piana e sferica, 1820.
  • Teorica degli stromenti ottici destinati ad estendere i confini della visione naturale 1828.
  • Elementi di astronomia con le applicazioni alla geografia, nautica, gnomonica e cronologia 1830.

MuseiModifica

RiconoscimentiModifica

Giovanni Santini è stato socio di importanti accademie e società scientifiche italiane e internazionali tra cui:

A Giovanni Santini è stato dedicato l'asteroide 4158 Santini [1].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Voce: Giovanni Santini in Enciclopedia Biografica Universale Treccani, XVII, p. 213, Istituto della Enciclopedia Italiana, Roma, 2007.
  • M. Marangoni, pag 291-300, in Commemorazioni dei soci effettivi 1843-2010, Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, 2011, ISBN 978-88-95996-35-6.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN45815029 · ISNI (EN0000 0001 2130 7835 · SBN IT\ICCU\PUVV\189679 · LCCN (ENn87138507 · GND (DE136792790 · CERL cnp01157950 · WorldCat Identities (ENn87-138507