Apri il menu principale

Giovanni Zavaglio

calciatore italiano
Giovanni Zavaglio
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1970
Carriera
Giovanili
Soncinese
Squadre di club1
1952-1953 Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Soncinese ? (?)
1953-1955 Pergolettese ? (?)
1955-1956 Atalanta 1 (0)
1956-1957 Chinotto Neri ? (?)
1958-1960 Atalanta 63 (21)
1960-1961 Verona 30 (11)
1961-1962 Venezia 4 (0)
1962 Verona 2 (0)
1962-1965 Catanzaro 78 (17)
1965-1966 Cremonese 8 (2)
1966-1970 Romanese ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giovanni Zavaglio, detto Gianni[1]. (Soncino, 1º novembre 1936Soncino, 13 febbraio 2012), è stato un calciatore italiano.

Attaccante dotato di grande fiuto del gol[1], cresce nelle categorie dilettantistiche della provincia di Cremona.

Viene acquistato dall'Atalanta che, dopo un anno con una presenza in massima serie (il 27 maggio 1956, in occasione della sconfitta interna col Padova) lo manda in prestito al Chinotto Neri Roma per fare esperienza.

Nel 1957 torna a Bergamo e disputa tre ottime stagioni: la prima tuttavia retrocede dalla Serie A al campionato cadetto, ma l'anno successivo contribuisce in modo determinante a vincere il campionato di Serie B siglando 14 reti.

Il terzo anno si rende protagonista di una grande rivalità sportiva con Chicco Nova, anch'egli attaccante dei neroazzurri. Persino i due principali quotidiani della città di Bergamo si dividono, prendendo l'uno le difese di Zavaglio e l'altro di Nova. La situazione si complica al punto da indurre la dirigenza atalantina, all'inizio della stagione successiva, a cedere proprio Zavaglio per porre fine al dannoso dualismo[1].

A novembre della stagione successiva passa quindi al Verona, che contribuisce a salvare da una retrocessione in Serie C1 grazie a nove sue reti. Dodici mesi dopo passa al Venezia, nel massimo campionato. In laguna però non riesce ad ottenere i risultati sperati (2 sole presenze in campionato) e fine stagione scende di categoria tornando al Verona. La permanenza con gli scaligeri è limitata, dato che ad ottobre dello stesso anno si trasferisce a Catanzaro, dove disputa tre campionati di serie B.

Dopo una stagione in Serie C con la Cremonese, conclude la carriera con la Romanese tra i dilettanti. In carriera ha totalizzato complessivamente 46 presenze e 8 reti in Serie A e 102 presenze e 31 reti in Serie B.

È scomparso nel 2012 all'età di 75 anni[1].

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Atalanta: 1958-1959

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica