Giovanni di Braganza

aristocratico portoghese
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Giovanni di Braganza (disambigua).
Ducato di Braganza
Braganza
Duchy of Braganza (1640-1910).png

Alfonso I
Ferdinando I
Figli
Ferdinando II
Figli
Giacomo I
Teodosio I
Figli
Giovanni I
Figli
  • Maria
  • Serafina
  • Teodosio
  • Edoardo
  • Alessandro
Teodosio II
Figli
Modifica

Giovanni di Braganza (1430Siviglia, 30 aprile 1484) fu un nobile portoghese e marchese di Montemor-o-Novo.

BiografiaModifica

Era figlio del duca Ferdinando I di Braganza e di Giovanna di Castro.

Nel 1470 il re Alfonso V del Portogallo concesse a Giovanni la signoria di Montemor-o-Novo e il 25 aprile 1473 lo nominò Connestabile di Portogallo, come il suo bisnonno Nuno Álvares Pereira.

Nel 1484 Alfonso V creò per lui il titolo di marchese di Montemor-o-Novo.

Nel 1462 Giovanni sposò Isabella di Noronha, una figlia naturale dell'arcivescovo di Lisbona Pedro de Noronha. Per parte di padre, la giovane era una discendente del re Ferdinando del Portogallo[1]. Dalla moglie non ebbe figli[1].

Con l'ascesa al trono di Giovanni II del Portogallo, venne intrapresa nel regno una politica avversa alla nobiltà portoghese. A farne le spese furono per primi i Viseu e i Braganza. Giovanni riuscì a trovare rifugio in Castiglia mentre in Portogallo venne giudicato in contumacia colpevole di tradimento e quindi condannato a morte. Al suo posto a Abrantes, il 12 settembre 1483 venne simbolicamente decapitata una sua statua.

Giovanni non fece mai più ritorno in Portogallo e morì in esilio a Siviglia il 30 aprile 1484. Il suo corpo venne tumulato assieme a quello di sua moglie presso il monastero di Santa Paola.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • "Nobreza de Portugal e Brasil" - Vol. II, pages 29 and 30. Published by Zairol Lda., Lisbon 1989;
  • "O Marquês de Montemor e a sua vida pública" de Anastásia Mestrinho Salgado, Edições Cosmos, Lisbon 1997.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN207190667 · ISNI (EN0000 0003 5829 952X · LCCN (ENn99005476 · WorldCat Identities (ENlccn-n99005476