Giuseppe Corbellini

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Giuseppe Corbellini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1982 - giocatore
Carriera
Giovanili
Milan
Squadre di club1
1964-1965 Milan 0 (0)
1965-1966 Salernitana 28 (3)
1966-1967 Cesena 26 (4)
1967-1968 Piacenza 32 (5)
1968-1969 Alessandria 32 (3)
1969-1972 Casertana 84 (13)
1972-1973 Savona 36 (10)
1973-1974 Piacenza 33 (9)
1974-1975 Parma 36 (3)
1975 Empoli 2 (0)
1975-1978 Solbiatese 10 (?)
1978-1982 Pro Piacenza ? (?)
Carriera da allenatore
1981-1982 Pro Piacenza
???? non conosciuta Boys Vado
???? non conosciuta Cengio
???? Varazze
???? non conosciuta Millesimo
2007-2008 Bianco.svg San Polo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Corbellini (Settala, 19 marzo 1946) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nel Milan, con cui vince il Campionato Primavera 1964-1965, passa alla Salernitana con cui vince il campionato di Serie C 1965-1966 giocando 28 partite con 3 reti[1].

Negli anni successivi continua a militare in Serie C con Cesena e Piacenza, dove è impiegato come centravanti o ala destra da Leo Zavatti, realizzando 5 reti in 32 partite nella squadra giunta al secondo posto dietro al Como[2]. Riscattato dal Milan[3], dopo un anno all'Alessandria nel 1969 passa alla Casertana, con cui vince il campionato di Serie C 1969-1970; debutta in Serie B l'anno successivo, segnando 8 gol in 33 gare nel campionato che termina con la retrocessione dei campani.

Dopo un altro anno alla Casertana, passa al Savona, dove realizza 10 reti come trequartista in un attacco che comprende anche Natalino Gottardo e Vittorio Panucci (padre di Christian)[4]; molto amato dai tifosi, viene soprannominato Cobra[5]. Nel campionato 1973-1974, insieme a Gottardo, si trasferisce al Piacenza allenato da Giancarlo Cella: qui risulta il tiratore scelto della squadra, con 9 reti[6], tuttavia a fine stagione viene ceduto, non rientrando più nei piani tecnici del nuovo allenatore Giovan Battista Fabbri. Passa quindi al Parma, con cui torna in Serie B, nell'affare che porta Giuseppe Regali a Piacenza[7]: l'esperienza con i ducali non è fortunata, e a fine stagione la squadra retrocede[7]. Corbellini passa quindi all'Empoli[8] e poi alla Solbiatese, con cui conclude la carriera professionistica a 32 anni, nel 1978[9], e milita in seguito tra i dilettanti con il Pro Piacenza[10][11].

In totale conta 69 presenze ed 11 reti in Serie B con Casertana e Parma.

AllenatoreModifica

Terminata la carriera, diventa allenatore tra i dilettanti. Nel campionato di Promozione 1981-1982 è allenatore-giocatore nel Pro Piacenza[12], squadra a cui resterà legato per varie stagioni da allenatore[11]. Dopo alcune annate nel Savonese con Boys Vado, Cengio, Varazze e Millesimo[5][possibile omonimia] nella stagione 2007-2008 allena il San Polo, in Seconda Categoria[4].

Dopo un'esperienza come coordinatore del settore giovanile della Veloce Savona, nell'estate 2013 torna al Savona come team manager[5].

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Salernitana: 1965-1966
Casertana: 1969-1970

Competizioni giovaniliModifica

Milan: 1964-1965

NoteModifica

  1. ^ Statistiche su Salernitanastory.it
  2. ^ Rosa 1967-1968 Storiapiacenza1919.it
  3. ^ Molina nuovo allenatore del Piacenza, Libertà, 3 luglio 1968, pag.7
  4. ^ a b «Conquistammo Loschi in un derby», Libertà, 25 maggio 2008, pag.48
  5. ^ a b c Il Team Manager del Savona è una bandiera: Beppe Corbellini Lastampa.it
  6. ^ Rosa 1973-1974 Storiapiacenza1919.it
  7. ^ a b Stagione 1974-1975 Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive. Storiadelparmacalcio.com
  8. ^ Stagione 1975-1976 Archiviato il 13 dicembre 2012 in Internet Archive. Storiadelparmacalcio.com
  9. ^ De Marco, p.258.
  10. ^ Pro Piacenza: obiettivo serie D, Libertà, 20 agosto 1978, pag.10
  11. ^ a b COLLOCAZIONE STABILE NEL TORNEO DI PROMOZIONE Archiviato il 27 giugno 2014 in Internet Archive. Propiacenza.it
  12. ^ G.Lambri, Almanacco del calcio piacentino 1981-1982, ed.Emilstampa, pagg.58-61

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Almanacco illustrato del Calcio, Modena, Edizioni Panini, 1975, p. 33.
  • AA.VV., Almanacco illustrato del Calcio, Modena, Edizioni Panini, 1976, p. 238.
  • Nanni De Marco, Storia del Savona F.B.C. - 1907-2007 Cento anni della città di Savona e del Savona F.B.C. 1907, Savona, Sabatelli, 2007.

Collegamenti esterniModifica