Gli scontenti

film del 1961 diretto da Giuseppe Lipartiti
Gli scontenti
Paese di produzioneItalia
Anno1961
Durata80 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 2,35:1
Generecommedia
RegiaGiuseppe Lipartiti
SoggettoGiuseppe e Livia Lipartiti, dal romanzo L'accalappiacani
ProduttoreAntonio Crescenzi
Produttore esecutivoGiovanni Tibaldi
Casa di produzioneNational Film
FotografiaAlfredo Lupo
MontaggioJolanda Benvenuti
MusicheTarcisio Fusco
ScenografiaDanilo Zanetti
TruccoGiovanni Ranieri
Interpreti e personaggi

Gli scontenti è un film del 1961 diretto da Giuseppe Lipartiti.

TramaModifica

In un paese, noto per l'estrema suscettibilità dei suoi abitanti, a seguito di un incidente che ha danneggiato la cagnetta della duchessa Luce di Castelnuovo e Sciarabello il giovane disoccupato Bastiano Supino da un giorno all'altro è assunto dal municipio come accalappiacani. Lo sprovveduto e improvvisato custode, pur fidanzato con Angelina, allaccia una relazione sentimentale con la duchessa, a sua volta coniugata. Quando Angelina scopre la tresca va su tutte le furie e lascia Bastiano minacciando lo scandalo. L'uomo, per dispetto, fugge liberando tutti i cani che aveva in custodia. Poiché gira la voce che uno degli animali è affetto da idrofobia, il panico si diffonde in paese e tutti vogliono rintracciare Bastiano e linciarlo. Una volta arrestato, l'ex accalappiacani se la vede molto brutta, tuttavia l'abile arringa dello smaliziato avvocato Boccea salva in extremis Bastiano.

ProduzioneModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema