Gneo Servilio Cepione (console 141 a.C.)

console romano nel 141 a.C.
Gneo Servilio Cepione
Nome originaleCneus Servilius Caepio
GensServilia
PadreGneo Servilio Cepione
Consolato141 a.C.

Gneo Servilio Cepione[1] (latino: Cneus Servilius Caepio) (... – ...) è stato un politico della Repubblica romana.

BiografiaModifica

Figlio di Gneo Servilio Cepione e fratello di Quinto Servilio Cepione, fu eletto console nel 141 a.C. con Quinto Pompeo e censore nel 125 a.C.. Durante la sua censura fu costruito l'Aqua Tepula, uno degli acquedotti che portavano l'acqua a Roma.

NoteModifica

  1. ^ William Smith, Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1, Boston: Little, Brown and Company, Vol.1 pag.534 n.5[collegamento interrotto]