Apri il menu principale

Riserva naturale guidata Gole di S. Venanzio

riserva naturale italiana
(Reindirizzamento da Gole di San Venanzio)
Riserva naturale guidata Gole di S. Venanzio
Tipo di areaRiserva regionale
Codice EUAPEUAP 1091
Class. internaz.SIC IT7110096
StatiItalia Italia
RegioniAbruzzo Abruzzo
ProvinceL'Aquila L'Aquila
ComuniRaiano
Superficie a terra1072 ha
Provvedimenti istitutiviLR 84 16/09/1998
GestoreComune di Raiano
Gola di S Venazio 02 (RaBoe).jpg
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 42°06′45.63″N 13°47′21.76″E / 42.112675°N 13.789378°E42.112675; 13.789378

La Riserva naturale guidata Gole di S. Venanzio è un'area naturale protetta istituita con legge della Regione Abruzzo n° 84 del 1998. Ha un'estensione di 1.072 ettari, ricadenti interamente nel territorio del comune di Raiano.

Indice

DescrizioneModifica

La Riserva coincide in larga parte con l'omonimo sito di interesse comunitario e costituisce un corridoio ecologico di primaria importanza tra il Parco Nazionale della Majella e il Parco naturale regionale Sirente-Velino, ospitando un ricco ed importante patrimonio di biodiversità. L'uscita del fiume Aterno dalle gole, contraddistinta dallo spettacolare e suggestivo eremo di San Venanzio, segna il passaggio alla fertile e verdeggiante pianura alluvionale, caratterizzata da terreni coltivati e da zone boscose di natura ripariale.

Punti di interesseModifica

 
Riserva naturale guidata Gole di S. Venanzio
 
Il fiume Aterno tra le gole

La riserva è visitabile con una rete di sentieri, che percorre tutti i punti di interesse. Oltre il centro storico del comune di Raiano, e le varie sorgenti sparse, la denominazione degli altri punti di interesse sono:

Eremo medievale di San VenanzioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Eremo di San Venanzio.

AmbienteModifica

FloraModifica

Il paesaggio vegetale comprende aspetti di elevato valore floristico e fitogeografico.
Le formazioni sono costituite da boschi, macchia ed arbusteti, pascoli e garighe, vegetazione ripariale e vegetazione rupestre.

FaunaModifica

La profonda e stretta gola del fiume Aterno rappresenta un ambiente perfettamente conservato dove pareti calcaree a strapiombo costituiscono l'habitat ideale per l'aquila reale, il falco lanario, il falco pellegrino e il gracchio corallino.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo