Apri il menu principale

Gran Premio Palio del Recioto

corsa in linea maschile di ciclismo su strada
Gran Premio Palio del Recioto
Altri nomiGran Premio Recioto della Valpolicella
SportCycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
TipoGara individuale
CategoriaUomini Under-23, Classe 1.2U
FederazioneUnione Ciclistica Internazionale
PaeseItalia Italia
LuogoNegrar, Valpolicella
OrganizzatoreGrandi Eventi Valpolicella ssdrl
DirettoreFranco Costantino
CadenzaAnnuale
Aperturamarzo/aprile
PartecipantiVariabile
FormulaCorsa in linea
Sito Internetwww.paliodelrecioto.com
Storia
Fondazione1961
Numero edizioni58 (al 2019)
DetentoreItalia Matteo Sobrero
Record vittorieItalia Alessandro Bertolini (2)

Il Gran Premio Palio del Recioto è una corsa in linea maschile di ciclismo su strada che si svolge ogni anno a Negrar e sulle colline della Valpolicella, in Italia. Corsa tradizionalmente il martedì dopo Pasqua, si tiene dal 1961 e dal 2005 fa parte del calendario dell'UCI Europe Tour come gara di classe 1.2U, aperta quindi ai soli ciclisti Under-23.

StoriaModifica

La storia del Palio del Recioto inizia il 4 aprile 1961, il martedì dopo Pasqua, con la prima edizione della gara per Dilettanti. Allora la corsa si chiamava Gran Premio Recioto della Valpolicella: la vince Giovanni Cordioli della Polisportiva Csi Bruno Gaiga. Nel 1962 non si disputa, ma rinasce nel 1963 quando un altro Cordioli, Giorgio, dà seguito all'albo d'oro. Nel 1967 vince Pierfranco Vianelli, che l'anno dopo sarà campione olimpico a Città del Messico e passerà professionista. Nel 1968 torna a vincere un veronese, Enzo Brentegani, poi professionista. Dopo Lino Vidotto (1969), un altro nome che riecheggerà vince il Palio: Francesco Moser.

L'anno dopo (1971) ecco un altro nome di spicco: Giovanni Battaglin. Il Palio del Recioto è intanto diventata una corsa di riferimento del panorama dilettantistico, grazie alla conformazione della zona che permette soluzioni di tracciato tra le più varie. Il primo straniero a portare a casa l'alloro della vittoria è lo statunitense George Mount, poi professionista per tre anni in Italia. Il percorso viene affinato, e vede susseguirsi salite impegnative a discese molto tecniche.

Gli anni '90 si aprono con il trionfo di Dario Nicoletti, a cui seguono nomi di assoluto rilievo: lo scalatore trentino Mariano Piccoli nel 1991, Alessandro Bertolini (1992 e 1993) e l'azzurro Mirko Celestino (1995). Dopo la vittoria di Stefano Faustini (unico professionista ad aver vinto nella gara sperimentale in cui élite e dilettanti corrono insieme) si ritorna alla vecchia formula con corridori puramente dilettanti.

Nel 2005 la gara viene inclusa nel calendario del neonato UCI Europe Tour come prova di classe 1.2U, aperta cioè ai soli Under-23. Nel terzo millennio spiccano le vittorie di futuri professionisti come Fabian Cancellara (2000), Jaroslav Popovyč (2001), Gianluca Brambilla (2008), Caleb Ewan (2013) e Gianni Moscon (2015).

Albo d'oroModifica

Aggiornato all'edizione 2019.[1][2]

Anno Vincitore Secondo Terzo
1961   Giovanni Cordioli   Benito Sperandio   Ignazio Santin
1962 non disputato
1963   Giorgio Cordioli   Flaviano Vicentini   Luciano Soave
1964   Licio Franceschini   Antonio Caniel   Vincenzo Mantovani
1965   Franco Mori   Giampaolo Bolzacchini   Renzo Ferrari
1966   Renzo Ferrari   Gastone Corradini   Luciano Soave
1967   Pierfranco Vianelli   Livio Filippi   Gastone Corradini
1968   Enzo Brentegani   Pietro Mingardi   Franco Baroni
1969   Lino Vidotto   Pietro Turchetti   Franco Ongarato
1970   Francesco Moser   Giuliano Cuccato   Giovanni Dalla Bona
1971   Giovanni Battaglin   Armando Lora   Mario Da Ros
1972   Pietro Mingardi   Alessio Antonini   Luciano Rossignoli
1973   Mario Da Ros   Luciano Rossignoli   Bruno Giacomini
1974   Leone Pizzini   Adriano Polinari   Giuliano Cazzolato
1975   Roberto Visentini   Ivo Gobbi   Antonio Gobbi
1976   Ivan Butti   Damiano Marcoli   Alberto Coppi
1977   Antonio Leali   Lucio Forasacco   Flavio Verdolia
1978   George Mount   Krzysztof Suika   Alessandro Pozzi
1979   Giovanni Zola   Richtinn Eolex   Gualtiero Perusi
1980   Enzo Serpelloni   Morten Sæther   Vinicio Coppi
1981   Morten Sæther   Ennio Salvador   Roberto Bedin
1982   Mario Condolo   Ole Silseth   Morten Sæther
1983   Ezio Moroni   Jørgen Vagn Pedersen   Claudio Bestetti
1984   Fabrizio Vitali   Marco Tabai   David Maddalena
1985   Stefan Brykt   Giuliano dal Zovo   Remo Cugole
1986   Moravio Pianegonda   Lars Wahlqvist   Allen Andersson
1987   Dmitrij Konyšev   Vasilij Ždanov   Džamolidin Abdužaparov
1988   Jure Pavlič   Adriano Amici   Dario Bottaro
1989   Lars Wahlqvist   Daniele Clarini   Massimo Ghirardi
1990   Dario Nicoletti   Ilario Scremin   Massimo Iannicello
1991   Mariano Piccoli   Davide Rebellin   Gilberto Simoni
1992   Alessandro Bertolini   Davide Rebellin   Diego Pellegrini
1993   Alessandro Bertolini   Cristiano Andreani   Mauro Bettin
1994   Gianluca Pianegonda   Oscar Camenzind   Paolo Savoldelli
1995   Mirko Celestino   Luigi Della Bianca   Sergio Previtali
1996   Stefano Faustini   Enrico Brunetti   Cristian Gasperoni
1997   Oscar Mason   Gianmario Ortensi   Alberto Ongarato
1998   Paolo Bossoni   Denis Lunghi   Ruggero Marzoli
1999   Manuel Bortolotto   Pavel Zerzan   Ivan Basso
2000   Fabian Cancellara   Franco Pellizotti   Pavel Zerzan
2001   Jaroslav Popovyč   Damiano Cunego   Ivan Fanfoni
2002   Cristian Tosoni   Daniele Pietropolli   Mario Serpellini
2003   Denys Kostjuk   Aleksandr Baženov   Emanuele Sella
2004   Tomaž Nose   Janez Brajkovič   Domenico Pozzovivo
2005   Andrėj Kunicki   Miculà Dematteis   Riccardo Riccò
2006   Ermanno Capelli   Jonas Aaen Jørgensen   Marco Corti
2007   Robert Kišerlovski   Simon Clarke   Ermanno Capelli
2008   Gianluca Brambilla   Emanuele Moschen   Manuele Caddeo
2009   Stefano Locatelli   Egor Silin   Daniele Ratto
2010   Blaž Furdi   Enrico Battaglin   Tomas Alberio
2011   Georg Preidler   Salvatore Puccio   Stefano Locatelli
2012   Francesco Bongiorno   Davide Formolo   Daniele Dall'Oste
2013   Caleb Ewan   Silvio Herklotz   Luka Pibernik
2014   Silvio Herklotz   Robert Power   Stefano Nardelli
2015   Gianni Moscon   Jack Haig   Davide Gabburo
2016   Ruben Guerreiro   Michal Schlegel   Amanuel Gebreigzabhier
2017   Neilson Powless   Lucas Hamilton   Massimo Rosa
2018   Stefan de Bod   Tadej Pogačar   Andrea Bagioli
2019   Matteo Sobrero   Samuele Battistella   Giovanni Aleotti

NoteModifica

  1. ^ (FR) Gran Premio Palio del Recioto (Ita), su memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 1º settembre 2015.
  2. ^ GP PALIO DEL RECIOTO, su cyclebase.nl. URL consultato il 27 maggio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo