Apri il menu principale

Guido Fusinato

politico italiano
Guido Fusinato
Guido Fusinato's Tomb.JPG
La tomba presso il Cimitero del Verano

Ministro della Pubblica Istruzione del Regno d'Italia
Durata mandato 29 maggio 1906 –
2 agosto 1906
Capo del governo Giovanni Giolitti
Predecessore Paolo Boselli
Successore Luigi Rava
Legislature XXIII legislatura del Regno d'Italia

Deputato del Regno d'Italia

Guido Fusinato (Castelfranco Veneto, 15 febbraio 1860Schio, 22 settembre 1914) è stato un politico italiano, deputato dalla XVIII alla XXIV legislatura e Ministro della Pubblica Istruzione dal 29 maggio al 2 agosto 1906 sotto il Governo Giolitti III[1].

Figlio dello scrittore e patriota Arnaldo Fusinato.

Nel 1912 fu signatario come plenipotenzario del Trattato di Ouchy tra Italia e Impero Ottomano a conclusione della Guerra italo-turca e fu oggetto di aspre critiche per aver troppo accordato all'Impero ottomano. Fu anche sottosegretario agli Affari Esteri. Dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, per la disperazione di veder gettata la patria in una lunga guerra disastrosa per le sue sorti, come scrisse à Giolitti il 19 e 20 agosto 1914 (Lettere, Vol. III, tomo III), si suicidò.

Si iscrisse alla Massoneria nel 1892[2].

NoteModifica

  1. ^ Gerardo Nicolosi, Imperialismo e resistenza in corno d'Africa, Soveria Mannelli, Rubbettino Editore srl, 2002.
  2. ^ La Massoneria nella Grande Guerra a cura di Aldo A. Mola, Roma, Bastogi, 2016, p. 255, nota 18.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN26148220 · ISNI (EN0000 0000 8105 0659 · SBN IT\ICCU\TO0V\092722 · LCCN (ENn88070680 · GND (DE1055298665 · BAV ADV10138408 · WorldCat Identities (ENn88-070680