Apri il menu principale

Guy Pardiès

rugbista a 15 e allenatore di rugby francese
Guy Pardiès
Rugby Guy Pardiès 1970s.jpg
Guy Pardiès in un PetrarcaRovigo del campionato 1976-77
Dati biografici
Paese Francia Francia
Altezza 178 cm
Peso 78 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Mediano di mischia
Carriera
Attività di club¹
1968-1973 Agen
1973-1976 600px Bianco verde orizzontale.png Villeneuve
1976-19XX Petrarca
Attività da giocatore internazionale
1971 Francia Francia 1 (0)
Attività da allenatore
1976-1985 Petrarca
1985-1988 Petrarca Giovanili
1988-1990 Amatori Milano
1990-1992 Amatori Milano Giovanili
19XX-19XX Veneziamestre
19XX-1998 Rugby Roma
199X-1998 S.S. Lazio
1998-1999 Rovigo
2000-2001 CUS Roma
2002-2003 Italia Italia U-15
2003-2004 Rugby Roma
2004-2007 Sondrio

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito

Statistiche aggiornate al 2 maggio 2016

Guy Pardiès (Agen, 30 agosto 1948) è un ex rugbista a 15 e allenatore di rugby a 15 francese, dal 2011 tecnico del Mirano.


BiografiaModifica

Nativo di Agen (Lot-et-Garonne), Pardiès crebbe nella vicina Agen nella cui squadra esordì in campionato, non prima di avere vinto due titoli francesi juniores, nel 1967 e nel 1969[1]; Nazionale francese nel 1971, sceso in campo in alcuni incontri senza titolarità di test match, vanta comunque lo status di internazionale riconosciutogli dalla Federazione.

Nel 1973, insieme a suo fratello Georges si trasferì a Villeneuve-sur-Lot[1] e, qualche anno più tardi, fu notato e ingaggiato dal Petrarca, con cui militò nel ruolo di giocatore-allenatore a soli 28 anni: con la squadra padovana vinse lo scudetto nel campionato 1976-77 al termine di una rimonta che culminò in uno spareggio post-torneo a Udine contro il Rovigo e vinto per un solo punto (10-9).

Dopo il ritiro dall'attività agonistica continuò ad allenare a Padova, poi assunse la direzione tecnica dell'Amatori Milano[2], per poi passare alle giovanili dello stesso club quando alla guida della prima squadra andò il giocatore-allenatore australiano Mark Ella[2].

Tra le altre esperienze, figurano quelle di tecnico del Venezia Lido[3] e, verso la fine degli anni novanta, a Roma, in contemporanea sia della Rugby Roma, che nel 1997-98 giunse fino alla semifinale-scudetto persa contro il Benetton Treviso, che della S.S. Lazio[4].

Passato al Rovigo nel giugno 1998[5], rimase con il club veneto fino al 2000; tornato per un breve periodo al Rugby Roma in gravi difficoltà finanziarie, non poté evitare la retrocessione del club e la caduta in serie A; la FIR affidò, a seguire, a Pardiès la conduzione della Nazionale Under-15[6].

Dal 2004 al 2007 al Sondrio[7], prese successivamente la guida della napoletana Partenope, incarico tenuto per 4 stagioni prima di passare al Mirano nel giugno 2011[8]; dal 2012 è responsabile del settore Under-14 e Under-16 del club.

Dal Settembre 2017 è responsabile mini rugby del Conegliano Rugby http://www.coneglianorugby.it .

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

AllenatoreModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (FR) Jean-Michel Lacombe, SU Agen. Pour Guy Pardiès, c'est la dolce vita, in La Dépêche du Midi, 17 settembre 2009. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  2. ^ a b Gianni Mura, L'uomo dal rugby telepatico, in la Repubblica, 8 febbraio 1991. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  3. ^ (EN) From the Past to the Present... Venice Rugby Chronicles from the Beginning (PDF), su rugbylidovenezia.org. URL consultato il 10 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 16 agosto 2010).
  4. ^ Il miracolo Rugby Roma, in Corriere della Sera, 26 marzo 1998. URL consultato il 10 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  5. ^ Maria Pia Zorzi, Lanta lascia Treviso, in Gazzetta dello Sport, 9 giugno 1998. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  6. ^ Torneo Under-15 PACA (Francia): i tecnici annunciano 3 nuove convocazioni, su comunicati.net. URL consultato il 10 gennaio 2010.
  7. ^ Sondrio, Pardiès lascia senza bisticci. URL consultato il 10 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2009).
  8. ^ Guy Pardiès a Mirano, in il Mattino di Padova, 13 giugno 2011. URL consultato il 10 novembre 2011.

Collegamenti esterniModifica