Haas VF-20

La Haas VF-20 è una vettura da Formula 1 realizzata dalla Haas per prendere parte al Campionato mondiale di Formula 1 2020.

Haas VF-20
Romain Grosjean-Haas WF-20 (3).jpg
La VF-20 di Romain Grosjean durante i test prestagionali a Barcellona
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  Haas
Categoria Formula 1
Squadra Haas F1 Team
Progettata da Rob Taylor
Ben Agathangelou
Sostituisce Haas VF-19
Sostituita da Haas VF-21
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Dallara, monoscocca in fibra di carbonio
Motore Ferrari 065 EVO, V6 1.600cc turbo, ibrido
Trasmissione Cambio longitudinale sequenziale semiautomatico Ferrari, 8 marce + RM
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5143 mm
Larghezza 2000 mm
Altezza 950 mm
Peso 733 kg
Altro
Carburante Shell V-Power
Pneumatici Pirelli, 13"
Avversarie Vetture di Formula 1 2020
Risultati sportivi
Debutto Austria Gran Premio d'Austria 2020
Piloti 8. Francia Romain Grosjean 1-15
51. Brasile Pietro Fittipaldi 16-17
20. Danimarca Kevin Magnussen
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 0 0 0

LivreaModifica

 
Vista laterale.

La livrea della VF-20, presentata il 6 febbraio 2020, riprende lo schema simile a quello della VF-18, con il colore bianco a farla da padrone sul cofano motore, abbinato al rosso e al nero nel resto della carrozzeria: il motivo principale di questo ritorno al passato è stato la definitiva scissione del contratto con lo sponsor Rich Energy, avvenuta nel corso dell'anno precedente.[1]

CaratteristicheModifica

La vettura 2020 è un'evoluzione piuttosto spinta rispetto alla deludente VF-19. Sull'ala anteriore si è cercato di accentuare il concetto outwash, e gli upperflap, nella parte discendente, presentano una svergolatura notevole; gli endplate presentano un marciapiede derivato dalla Ferrari SF90 del 2019.

Carriera agonisticaModifica

TestModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Test F1 2020.

I piloti chiamati a guidare la vettura durante le sei differenti giornate di test sono i due piloti titolari per la stagione, Kevin Magnussen e Romain Grosjean. Alla fine della prima giornata di test, il pilota danese con un tempo di 1'18"466 con gomme medie C3 si piazza al quattordicesimo posto, davanti al solo Antonio Giovinazzi.[2] Durante la seconda giornata, con il pilota francese alla guida, la scuderia si posiziona undicesima, davanti ad Esteban Ocon su Renault e Valtteri Bottas su Mercedes.[3] La terza ultima giornata della prima sessione di test vede i due piloti alternarsi alla guida, con Grosjean e Magnussen che si posizionano rispettivamente al dodicesimo e sedicesimo posto.[4] La seconda settimana si apre con Grosjean che, con un tempo di 1'18"670 con gomme medie C3, si piazza sedicesimo.[5] Il giorno dopo Magnussen si posiziona nono,[6] mentre l'ultima giornata vede i due piloti, alternatosi al volante della monoposto, concludere con gomme morbide C4 fuori dalla top ten: il francese undicesimo ed il danese tredicesimo.[7]

StagioneModifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2020.

La vettura si dimostra in netto calo rispetto alla stagione precedente, poco competitiva e quasi sempre lontana dalla zona punti. Questo è causato anche dal depotenziamento del motore Ferrari rispetto al 2019,[8] che mette in evidenza tutti i limiti del telaio. La monoposto riesce a ottenere solo 3 punti durante l'intero arco della stagione: uno all’Hungaroring con Kevin Magnussen (una penalità dalla nona posizione lo spostò in decima), e due al Nurburgring con Romain Grosjean. In Ungheria ciò viene reso possibile dalla strategia adottata dal team americano: nonostante la pista ancora umida, al termine del giro di ricognizione le due Haas rientrano ai box per montare gomme da asciutto. Ciò permette alle due vetture di ottenere un vantaggio sul resto del gruppo, che passa al cambio gomme nel corso dei giri successivi. Inoltre, la VF-20 di Grosjean al Gran Premio del Bahrein è protagonista di un incidente spettacolare: durante la prima tornata, a causa di un contatto con l'AlphaTauri di Daniil Kvjat, l’auto colpisce la barriera quasi ortogonalmente, per poi successivamente penetrare il guard rail e spezzarsi in due, prendendo immediatamente fuoco per via d'una perdita di carburante dovuta alla rottura del serbatoio. Il pilota, sottoposto ad una decelerazione di 53 g, rimane miracolosamente illeso a parte qualche ustione non grave.[9]

Negli ultimi due Gran Premi al posto del convalescente Grosjean viene schierato il pilota di riserva, il debuttante Pietro Fittipaldi, che colleziona un diciassettesimo ed un diciannovesimo posto. A fine campionato la Haas conferma il deludente nono posto della stagione precedente.

PilotiModifica

Piloti ufficiali
Nazione Nome Numero
  Romain Grosjean 8
  Pietro Fittipaldi 51
  Kevin Magnussen 20
Piloti di riserva
Nazione Nome Numero
  Louis Delétraz
  Callum Ilott
  Robert Švarcman
  Mick Schumacher 47

Risultati in Formula 1Modifica

Anno Team Motore Gomme Piloti                                   Punti Pos.
2020 Haas F1 Team Ferrari P   Grosjean Rit 13 16 16 16 19 15 12 12 17 9 17 14 Rit Rit INF INF 3
  Fittipaldi 17 19
  Magnussen Rit 12 10 Rit Rit 15 17 Rit Rit 12 13 16 Rit 17 17 15 18
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

NoteModifica

  1. ^ Daniele Sparisci, F1, ecco la nuova Haas 2020: il team americano torna ai vecchi colori, su corriere.it, 6 febbraio 2020.
  2. ^ Redazione, F1 Test Barcellona 2020 - Day-1: Hamilton impressiona, Leclerc 11°, su motorbox.com, 19 febbraio 2020.
  3. ^ Redazione, F1 Test Barcellona 2020 - Day-2: Raikkonen, 1º posto e poi...rosso, su motorbox.com, 20 febbraio 2020.
  4. ^ Redazione, F1 Test Barcellona 2020 - Day-3: Hamilton-Bottas, uno-due Mercedes, su motorbox.com, 21 febbraio 2020.
  5. ^ Redazione, Test F1 Barcellona 2020: tempi e giri Day4, su motorbox.com, 26 febbraio 2020.
  6. ^ Redazione, Test F1 Barcellona 2020: tempi e giri Day5, su motorbox.com, 27 febbraio 2020.
  7. ^ Redazione, Test F1 Barcellona 2020: tempi e giri Day6, su motorbox.com, 28 febbraio 2020.
  8. ^ Rüdiger Franz Gaetano Herberhold, Dossier: Fia, Ferrari e l'accordo sulla power unit, su guerinsportivo.it, 6 marzo 2020.
  9. ^ Francesco Ghiloni, GP Bahrain: Analisi dell’incidente di Grosjean, su f1ingenerale.com, 29 novembre 2020. URL consultato il 9 dicembre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica