Apri il menu principale

Helen Walker

attrice statunitense

BiografiaModifica

 
Con Dennis O'Keefe e Eddie Anderson nella locandina di Milioni in pericolo (1945)

Helen Walker arrivò al grande schermo dopo aver interpretato nel 1942 a Broadway il ruolo di Lisa Otis in Jason, del commediografo Samson Raphaelson. La sua performance le consentì nello stesso anno di venire scritturata per il film Il disertore di Frank Tuttle, nel quale recitò accanto Alan Ladd[1]. Il successo non tardò ad arrivare, così come le opportunità e i ruoli da protagonista: nel 1945 prese parte a quattro film, The Man in Half Moon Street di Ralph Murphy e le commedie Milioni in pericolo di Allan Dwan, Murder, He Says di George Marshall e Duffy's Tavern di Hal Walker.

Raggiunta ormai la notorietà, nel 1946 ottenne il ruolo da protagonista nel western Solo il cielo lo sa di Albert S. Rogell, quando la sua carriera subì un duro colpo[1]. Il 31 dicembre, dopo aver dato un passaggio a tre militari, rimase vittima di un incidente automobilistico nei pressi di Redlands in California. L'auto che guidava colpì un'isola spartitraffico capovolgendosi diverse volte e uno dei militari rimase ucciso, mentre l'attrice riportò la frattura del bacino e dovette abbandonare la lavorazione del film, nel quale fu rimpiazzata da Marjorie Reynolds. In seguito gli altri due sopravvissuti all'incidente accusarono l'attrice di ubriachezza e guida pericolosa, accusa che non ebbe alcun seguito ma che segnò profondamente la sua carriera[2].

Molti fan le voltarono le spalle e le major iniziarono a scritturarla con meno frequenza. La Walker cercò comunque di adattarsi alla situazione, ritraendo donne spietate e manipolatrici in film noir come La fiera delle illusioni (1947) di Edmund Goulding, Chiamate Nord 777 (1948) di Henry Hathaway, e Ho ritrovato la vita (1949) di Arthur Lubin[1].

Dagli anni cinquanta le occasioni professionali si ridussero ad alcuni film a basso costo che ricevettero poca attenzione. Dopo aver ottenuto una piccola parte in La polizia bussa alla porta (1955), la sua carriera cinematografica si concluse e in seguito comparve in alcune serie televisive[1]. Nonostante l'aiuto di alcuni amici e colleghi, si ritirò dalle scene e negli anni sessanta dovette affrontare ulteriori problemi di salute[1].

Helen Walker morì a causa di un cancro nel 1968, all'età di 47 anni. È sepolta nell'Oak Hill Cemetery di Sterling (Massachusetts)[3].

Vita privataModifica

È stata sposata dal 1942 al 1946 con il produttore Robert Fulton Blumofe, e dal 1950 al 1952 con il dirigente Edward Nicholas du Domaine. Entrambi i matrimoni si conclusero con il divorzio[4].

FilmografiaModifica

 
Nel trailer di Fra le tue braccia (1946)
 
Nel trailer di Chiamate Nord 777 (1948)

TelevisioneModifica

Doppiatrici italianeModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Helen Walker è stata doppiata da:

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Helen Walker - Mini Bio, www.imdb.com. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  2. ^ Helen Walker - Trivia, www.imdb.com. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  3. ^ Helen Walker, www.findagrave.com. URL consultato l'8 dicembre 2016.
  4. ^ Helen Walker - Spouse, www.imdb.com. URL consultato l'8 dicembre 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN66747416 · ISNI (EN0000 0001 1662 625X · LCCN (ENno92015342 · BNF (FRcb150282989 (data) · WorldCat Identities (ENno92-015342