Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Comprende specie epifite con stelo dalla forma cilindrica o triangolare e rivestito da piccole areole di spine soffici, di colore bianco; presenta inoltre ben poche costolature, appena accentuate.

La pianta sviluppa dei fiori composti molto grandi, lunghi fino a 30 cm, con molti petali a colori vivaci. La fioritura, come in molte Cactacee, pur vistosa, è effimera e di norma avviene di notte (di giorno il fiore si chiude) o viceversa. La fioritura del singolo fiore raramente dura più di un giorno o due; la pianta però produce diversi fiori in sequenza di tempo e, in clima adatto, presenta più periodi di fioritura all'anno.

Distribuzione e habitatModifica

Le specie del genere hanno portamento strisciante o rampicante; sono tipiche delle foreste tropicali dell'America centrale (Costa Rica, Honduras, Guatemala e Messico) e si trovano anche nel nord dell'America latina, come in Colombia, Venezuela, Suriname, Guyana, Guyana francese.[senza fonte]

TassonomiaModifica

 
Fiori di Hylocereus sp.

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

ColtivazioneModifica

L'Hylocereus deve essere posto in un luogo molto luminoso e poco arieggiato per tutto l'anno, ma ricordare di non esporla mai al sole diretto. Normale terriccio con prevalenza di materiale torboso. Innaffiature abbastanza frequenti ma senza ristagni di acqua. Annaffiare da primavera ad autunno, e sporadicamente d'inverno. Concimazione nella stagione di massima vegetazione. La pianta ha bisogno di grandi vasi per sviluppare le radici e di tralicci o supporti per fare arrampicare i fusti striscianti/rampicanti. Gli Hylocereus sopportano variamente il freddo, ma molto raramente temperature inferiori allo zero centigrado. È comunque consigliabile mantenere nella stagione fredda temperature superiori, e curare la presenza di un microclima protetto dal vento freddo.

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Hylocereus, in The Plant List. URL consultato il 20 aprile 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica