Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giulio Einaudi Editore.

I gettoni è una collana ideata da Elio Vittorini per la Giulio Einaudi Editore che pubblicò dal 1951 al 1958 opere di narrativa contemporanea di impronta fortemente nazionale: su un totale di 58 titoli (13 dei quali pubblicati nel 1954), solo 8 sono di autori stranieri. Gli scrittori pubblicati sono in tutto 49. La collana vuole valorizzare ricerche linguistiche e testimonianze sincere di giovani letterati italiani, creando un prodotto tascabile che permetta di avvicinare un pubblico senza troppe spese e senza troppi rischi per l'editore, infatti, era una collana “povera” tanto nella grafica quanto nella carta.[1] È lo stesso Vittorini a spiegare il significato del nome dato alla collana: "per i molti sensi che la parola può avere di gettone per il telefono (e cioè di chiave per comunicare), di gettone per il gioco (e cioè con valore che varia da un minimo a un massimo) e di gettone come pollone, germoglio ecc. - Poi suscita immagini metalliche e cittadine"[2].

LibriModifica

I titoli della collana furono:

NoteModifica

  1. ^ E. Vittorini, Gli anni del “Politecnico”, citato in Turi G. (a cura di), Storia dell'editoria nell'Italia contemporanea, Firenze, Giunti, 1997.
  2. ^ Da una lettera del 25 febbraio 1951 a Italo Calvino.

Voci correlateModifica