Apri il menu principale

I ragazzi di padre Tobia

serie televisiva italiano
I ragazzi di padre Tobia
I ragazzi di Padre Tobia.jpg
PaeseItalia
Anno1968
Formatoserie TV
Generegiallo, avventura, per ragazzi
Stagioni4
Episodi14
Durata50 min (episodio)
Lingua originaleitaliano
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,66:1
Crediti
IdeatoreMario Casacci, Alberto Ciambricco
Interpreti e personaggi
ProduttoreRai regista: Italo Alfaro
Prima visione
Dal13 marzo 1968
Al12 settembre 1973
Rete televisivaPrimo canale Rai

I ragazzi di padre Tobia è una serie televisiva italiana ideata da Mario Casacci e Alberto Ciambricco (già ideatori delle serie del Tenente Sheridan), e prodotta tra il 1967 e il 1968 dalla Rai con la regia di Italo Alfaro. La serie fu trasmessa tra il 1968 e il 1973 in quattro stagioni per un totale di 14 episodi, il primo dei quali andò in onda mercoledì[1] 13 marzo 1968 sul Primo canale della Rai nello spazio televisivo della Tv dei ragazzi.

Si tratta di una serie tv a sfondo pedagogico che fa leva sui valori della lealtà, del coraggio, e dell'amicizia. I protagonisti sono padre Tobia (Silvano Tranquilli), il suo sacrestano Giacinto (Franco Angrisano) e il gruppo dei ragazzi scout della parrocchia. Il programma ebbe grande successo e la canzone della sigla Chi trova un amico trova un tesoro è rimasta nella memoria di chi all'epoca era bambino[2]. I 14 episodi della serie sono stati pubblicati su Dvd[3] nel 2010.

TramaModifica

Padre Tobia è un giovane prete anticonvenzionale, brillante e un po' disordinato con un debole per i fumetti. La sua vita è dedicata ai ragazzi della sua parrocchia. Li coinvolge in molte attività di gruppo e insegna loro il Judo. Con l'aiuto dei ragazzi, e del sagrestano Giacinto (che è anche un po' tonto), il sacerdote si ritrova a vestire i panni del detective e a risolvere una serie di veri e propri "gialli". In altre occasioni si dimostra attento nel dare i giusti consigli per aiutare un ragazzo in difficoltà. Nell'episodio Operazione esami di licenza, i ragazzi entrano in azione per aiutare Toto, un padre di famiglia che ha difficoltà a superare l'esame di licenza media. Anche a costo di qualche scorrettezza, i ragazzi riescono nell'impresa e a risolvere le cose per il meglio. Nell'episodio Il pappagallo, uno dei ragazzi trova un pappagallo con una straordinaria proprietà di linguaggio. Il gruppo decide di allestire uno spettacolo che, grazie a questo fenomeno parlante, attira una grande quantità di pubblico. In virtù degli incassi dello spettacolo, il prete e i suoi ragazzi riescono a salvare un circo dalla chiusura.

EpisodiModifica

Titolo Prima visione
1 Lunga veglia a villa Fiordaliso 13 marzo 1968
2 Il tesoro 20 marzo 1968
3 Allarme al camping 27 marzo 1968
4 Operazione esami di licenza 29 gennaio 1969
5 La notte del campionato (episodio inedito) 5 febbraio 1969
6 Giacinto nei guai 12 febbraio 1969
7 Il pappagallo 19 febbraio 1969
8 Le sorprese di un somaro 26 febbraio 1969
9 Cercate il testimone 5 marzo 1969
10 Fantasmi a villa Sorriso 7 gennaio 1970
11 Tutti per uno 14 gennaio 1970
12 Che paura! 21 gennaio 1970
13 Salviamo la pineta 5 settembre 1973
14 Dov'è Renzo? 12 settembre 1973

NoteModifica

  1. ^ Mercoledì era il giorno di programmazione del telefilm sul Primo canale Rai.
  2. ^ I ragazzi di padre Tobia su MyMovies.
  3. ^ I ragazzi di padre Tobia, Italia, 1968 - Drammatico, Produzione Rai Trade, 2010

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Enciclopedia della televisione, Garzanti

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione