Apri il menu principale

Il Santo prende la mira

film del 1966 diretto da Christian-Jaque
Il Santo prende la mira
Titolo originaleLe Saint prend l'affût
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia, Italia
Anno1967
Durata100'
Genereavventura
RegiaChristian-Jaque
SoggettoLeslie Charteris, Christian-Jaque, Jean Ferry, Henri Jeanson, Marcel Julian
SceneggiaturaChristian-Jaque, Jean Ferry e Marcel Julian
Produttore esecutivoJean-Paul Guibert
Casa di produzioneS.N.C. T.C. Productions Carlton Continental Intermondia Film J.P. Guibert (Paris) - Medusa (Roma)
Distribuzione in italianoMedusa
FotografiaPierre Petit
MontaggioJacques Desagneaux, Françoise Laporte
Effetti specialiGil Delamare, Andre Cagnard
MusicheGerard Calvi
ScenografiaJean Mandaroux, Rene Calviera, Luciano Vincenti
TruccoAlex Marcus, Eligio Trani
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il Santo prende la mira è un film del 1967, diretto da Christian-Jaque ed interpretato da Jean Marais, nell'occasione affiancato da Raffaella Carrà.

Indice

TramaModifica

Oscar, abile truffatore e malvivente, prima di ritirarsi dalle sue attività illecite, decide di portare a segno un colpo milionario che possa garantire sia a lui sia a sua figlia Sophie un avvenire ricco e senza alcun problema economico. Ricevuti in custodia da un tale Slim alcuni documenti scottanti, Oscar decide di venderli contemporaneamente sia alle spie tedesche sia alle spie americane. Ricevuto un lauto compenso da entrambe le fazioni, Oscar e Sophie si danno alla fuga. Pedinati dagli uomini di Slim, i due chiedono l'intervento di Simon Templar, ladro e gentiluomo, soprannominato "Il Santo". Simon oltre ad occuparsi dell'incolumità di Sophie (che ben presto si innamorerà di lui) riesce a sgominare Slim ed i suoi aguzzini nonché i servizi segreti tedeschi ed americani, coalizzatisi nel tentativo di recuperare il loro denaro. Dopo aver prevaricato i suoi avversari Simon garantirà ad Oscar, e soprattutto alla giovane Sophie, un futuro tranquillo.

L'incidente di Gil DelamareModifica

Durante le riprese del film Gil Delamare, uno dei migliori stuntman francesi del periodo, famoso anche fra i ragazzini in quanto era stato co-protagonista di una storia del celebre fumetto di Michel Vaillant, volle ripetere una scena di acrobazia che a suo dire non era venuta alla perfezione ma rimase tragicamente ucciso.

NoteModifica

  1. ^ Hoppy Uniats nell'edizione francese

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema