Il vigile urbano

serie televisiva italiana

Il vigile urbano è una serie televisiva italiana, trasmessa su Rai 1 dal 9 novembre 1989 al 18 gennaio 1990 e con protagonista Lino Banfi.

Il vigile urbano
Titolo di testa
PaeseItalia
Anno1989-1990
Formatoserie TV
Generecommedia
Stagioni1
Episodi13
Durata55/60 minuti (ad episodio)
Lingua originaleitaliano
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreCastellano e Pipolo
RegiaCastellano e Pipolo
SoggettoCastellano e Pipolo
SceneggiaturaCastellano e Pipolo
Interpreti e personaggi
FotografiaNino Celeste, Sandro Grossi
MontaggioAntonio Siciliano
MusicheDetto Mariano
ScenografiaMassimo Corevi
CostumiVera Cozzolino, Roberta Ciotti
Effetti specialiCine audio effects
ProduttoreMario e Vittorio Cecchi Gori
Produttore esecutivoMario e Vittorio Cecchi Gori
Casa di produzioneRai Uno, Cecchi Gori Group, Tiger Cinematografica, Maura International Film
Prima visione
Dal9 novembre 1989
Al18 gennaio 1990
Rete televisivaRai 1

Il vigile Urbano Tommasi, ogni giorno telefona al malcapitato Comandante del corpo dei vigili urbani di Roma, Egisto Tafuri, chiedendogli l'autorizzazione per lanciarsi in una delle sue tante imprese, immancabilmente l'autorizzazione gli viene concessa dal povero Comandante ormai esasperato. Urbano non è solo, infatti può sempre contare sull'aiuto della figlia Milena, dello spazzino e suo grande amico fin dall'infanzia Tobia e degli oroscopi che giornalmente gli vengono fatti dalla portiera Agnese.

Urbano Tommasi s'imbatte così, ogni giorno, nei mille problemi di una città come Roma, aiutando sempre tutti, senza però mai riuscire a realizzare il suo sogno: leggere le proprie imprese e quelle del corpo dei Vigili Urbani sul giornale. Spesso la sua collaborazione con le altre forze dell'ordine si rivela utile, ma alla fine non riesce mai a portare a termine le imprese direttamente.

Episodi

modifica
Stagione Episodi Prima TV Italia
Prima stagione 13 1989-1990

Personaggi

modifica

Personaggi principali

modifica
  • Urbano Tommasi, interpretato da Lino Banfi.
    Vigile urbano della capitale, di origini pugliesi a causa del suo accento fa difficoltà a farsi capire dai cittadini. Ligio al dovere, vive con sua figlia. Si imbatte sempre in bizzarre avventure, previa la richiesta di permesso al generale Trafuri, fatta via telefono ogni mattina. Nell'ultimo episodio si scopre che non si sente apprezzato dal comandante per il lavoro che fa e vorrebbe una promozione, ed è armato. Sempre nel medesimo episodio rivela di aver tentato senza successo di fare il paracadutista. Ha il diabete e il caffè lo fa innervosire.
  • Milena Tommasi, interpretata da Rosanna Banfi. Figlia del vigile Tommasi, anche lei lavora nel corpo dei vigili urbani di Roma. Giovane e bella ragazza vive con il padre e spesso gli fa da "voce della coscienza" e lo aiuta quando è in difficoltà. Si innamora del collega Piero Corsetti.
  • Egisto Tafuri, interpretato da Riccardo Garrone
    Comandante della Polizia municipale romana, con i gradi di generale, è un uomo tutto d'un pezzo consapevole del proprio ruolo. Non sopporta il vigile Tommasi, che lo assilla in continuazione. Si attiva per rendere più efficiente e moderno il corpo dei vigli,
  • Tobia lo spazzino, interpretato da Pippo Santonastaso, spazzino della capitale, collega (in quanto dipendente del comune) e amico di Urbano, spesso interviene ad aiutare l'amico durante le sue avventure.
  • Agnese La portinaia, interpretata da Giusy Valeri
  • Piero Corsetti, interpretato da Riccardo Rossi, collega di Urbano e Milena, è innamorato di quest'ultima, Viene dalla Calabria

Personaggi ricorrenti

modifica

Produzione

modifica

La serie è ambientata a Roma e vede come interpreti principali Lino Banfi, Rosanna Banfi, Riccardo Garrone e Pippo Santonastaso.

La serie si apre con Lino e Rosanna Banfi che insieme ad un coro di Vigili Urbani cantano Il Vigile Urbano, mentre la sigla di chiusura vede Banfi che dirige la banda dei Vigili Urbani sulle scale di Piazza di Spagna.

Distribuzione

modifica

La serie è andata in onda in prima visione su Rai Uno dal 9 novembre 1989 al 18 gennaio 1990.

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione