Ion Costaș

militare e politico moldavo
Ion Costaș
Generalul Ion Costaș susținând un discurs pentru comemorarea eroilor căzuți în confruntările de pe Nistru (25100446319).jpg

Ministro degli affari interni
Durata mandato 13 settembre 1990 –
5 febbraio 1992
Capo di Stato Mircea Snegur
Capo del governo Mircea Druc
Valeriu Muravschi
Predecessore carica istituita
Successore Constantin Antoci

Ministro della difesa
Durata mandato 5 febbraio 1992 –
29 luglio 1992
Capo di Stato Mircea Snegur
Capo del governo Valeriu Muravschi
Successore Pavel Creangă

Membro del Parlamento
Durata mandato 1990 –
1994
Ion Costaș
NascitaȚarigrad, RSS Moldava RSS Moldava, 1944
EtniaRomeno
ReligioneOrtodosso
Dati militari
Paese servitoUnione Sovietica Unione Sovietica
Moldavia Moldavia
Anni di servizio1967 - 1993
GradoGenerale di divisione
voci di militari presenti su Wikipedia

Ion Costaș (in russo: Ион Косташ?; Țarigrad, 1944) è un militare e politico moldavo, generale dell'aviazione sovietica e ministro dell'interno e della difesa della Moldavia.

BiografiaModifica

Nasce nel 1944 da una famiglia di moldavi rumeni del nord della Bessarabia, nel villaggio di Țarigrad, nel distretto di Drochia. Suo padre, sergente dell'esercito rumeno, venne catturato dai russi presso la località di Cotul Donului. Tra il 1949-1957 i suoi genitori furono deportati nelle steppe del Kazakistan e condannati a 25 anni di lavori forzati e accusati di essere complici con i fascisti. Con la famiglia tornò in Moldavia nel 1958.

Ha frequentato la scuola media russa a Drochia e ha proseguito gli studi presso la Scuola superiore di aviazione militare di Charkiv (1967), in Ucraina. Qui riceve il diploma di pilota di aerei militari supersonici e di ingegnere aeronautico.

Dopo la laurea acquisita nella Facoltà del Comando dell'Accademia di Aeronautica Militare "Jurij Gagarin", con il massimo dei voti e la medaglia d'oro, viene nominato comandante del reggimento di aviazione MiG-25 RB in Germania Est, e successivamente vicecomandante della divisione caccia-bombardieri in Transbajkalia (Čita-Stepi).Tra il 1967-1984 ha lavorato come agente di trasporto aereo dell'Esercito Sovietico, prima come pilota (1967), poi come comandante di squadriglia (1976-1978) e poi ancora come vicecomandante delle forze unite (1978-1980).

Tra il 1980 ed il 1983 viene nominato Comandante di Reggimento, con 102 aerei di combattimento sotto la sua responsabilità, poi vicecomandante della 14ª Armata dell'aviazione sovietica. Nel 1984 viene nominato vicecomandante DOSAAF (Società Volontari per l'Assistenza per l'esercito Sovietico, Aeronautica e Marina) per la Repubblica Socialista Sovietica Moldava, e l'anno successivo divenne comandante del Comitato Centrale del DOSAAF, mantenendo la posizione fino al nel 1990. È stato promosso nel mese di ottobre 1988 al grado di maggiore generale di Aviazione nelle Forze Armate Sovietiche. Nel 1990 viene nominato presidente del Soviet Supremo della Sicurezza dello Stato e degli affari militari del Repubblica Socialista Sovietica Moldava.

Nelle varie fasi della sua carriera nei corpi dell'Aeronautica Russa riuscì a superare colleghi e molti uomini politici russi. Riuscì così a raggiungere il massimo livello nell'Aeronautica Militare Russa: generale di corpo d'armata. È stato in quel periodo uno dei più giovani generali (a 40 anni) dell'Esercito Sovietico.

La nascita della MoldaviaModifica

La nascita della Moldavia ha determinato il suo ritorno per mettere energia al rilancio e al rafforzamento del spirito rumeno alla sinistra del fiume Prut, che segna il confine tra Romania e Moldavia).

A Chișinău ricevette i più importanti incarichi militari nei momenti più difficili della Repubblica. All'inizio dell'esistenza della nuova nazione venne nominato Ministro degli Interni. Ristruttura la vecchia Polizia, la Militia in una moderno corpo di Polizia, crea l'Accademia di Polizia della Repubblica di Moldavia, e nello stesso tempo organizza la lotta con i separatisti della Transnistria e Gagauzi sostenuto da Mosca. Il 5 febbraio 1992 viene nominato Ministro della Difesa, per decreto di Mircea Snegur, primo presidente della Repubblica della Moldavia. Ha creato il Ministero dal nulla, dovendo costruire tutte le strutture in condizioni di guerra. Era il periodo della lotta con sia con separatisti, negli anni 1990-1992, che con i guardisti della Transnistria e i Cosacchi di Russia.

Ion Costaș fu insignito dell'Ordine di III grado e di 6 medaglie "per il servizio nelle forze armate del suo paese natale". Il 24 febbraio 2010, il ministro degli Affari Interni, il generale Victor Catan, ha decorato il generale Costaș con la Croce di Merito, la più alta onorificenza del Ministero della difesa.

NoteModifica


Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN295369972 · ISNI (EN0000 0003 9976 4379 · LCCN (ENno2013124470 · GND (DE1030609160 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013124470
  1. ^ Trad.Rum. "La verità sulla guerra in Transnistria (1992). Autore: Elena Zamura. "La storia del conflitto in Transnistria è scritta solo in Transnistria". Citazione del Generale Ion Grigorievici Costas ex-ministro degli interni e della difesa del la Repubblica Moldava.
  2. ^ Trad. Rus. "Gli archivi segreti del generale Costas". Recensione del libro del Generale Costas: " Giorni di un'eclisse: cronache di una guerra mai dichiarata". Autore: Elena Zamura (in Russo)
  3. ^ Trad. Russo. Ion Costas: "Noi vogliamo solo una cosa: dimenticare e diventare un forte partito politico. La storia della guerra Transnistria è scritta solo in Transnistria", dice il generale maggiore, ex ministro degli Interni e della Difesa Moldavo Ion Costas. Autore dell'intervista: Helena Zamura (In Russo)
  4. ^ a b Trad.Rum. "Gli eventi del 7 aprile 2009 sono in tutto e per tutto identici agli eventi del 10 novembre 1989 "
  5. ^ Trad.Rum: "John Costas, commento politico agli eventi del 7 aprile 2009."
  6. ^ Trad.Rus. Ion Costas: "C'è stata una guerra", gli eventi del 1990-1992 sul Dniester
  7. ^ Trad. Rus.: Ministero degli Affari Interni della Repubblica di Moldavia: storia recente-3. Di Ion Costas
  8. ^ Trad. Russo: "La trappola Yemenita"
  9. ^ a b Trad. Rum. "La Moldavia ha bisogno di un esercito?"
  10. ^ a b Trad. Rus.: "Il generale di divisione generale Ion Costas affermava: "Nel 1990, la Transnistria ha votato per la secessione dalla Moldavia: Riteniamo che Tiraspol avesse falsificato i risultati del referendum."
  11. ^ Trad. Rus. "Come la Moldavia non si è trasformata in una repubblica socialista"
  12. ^ Trad.Rum. "Il libro del generale Ion Costas"
  13. ^ Trad.Rus. "Il mistero del comandante del battaglione nero". Basato su un libro di Giona Kostaša, "I giorni dell'Eclisse"
  14. ^ Trad. Rus. "Una prodezza dimenticata. Anniversario dell'operazione Bendery del 1992."