Isotta Fraschini Beta

Isotta Fraschini Beta
Descrizione generale
CostruttoreItalia Isotta Fraschini
TipoMotore in linea
Numero di cilindri6, invertiti
Alimentazione2 carburatori
Schema impianto
Cilindrata9 600 cm³ (9,60 l)
Alesaggio125 mm
Corsa130 mm
DistribuzioneOHC, due valvole per cilindro
Combustione
Raffreddamentoad aria
Compressorea singolo stadio[1]
Uscita
Potenzaal decollo:
300 CV (221 kW)
a 2550 giri/min
normale
(a 1000 m di quota):
290 CV (213 kW)
a 2250 giri/min
Dimensioni
Lunghezza1609 mm
Larghezza539 mm
Altezza825 mm
Rapporti di compressione
Rap. di compressione6,5
del compressore10,0:1[1]
Peso
A vuoto285 kg
Prestazioni
Rapporto di riduzione0,774
Note
Dati tratti da "Ali e motori d'Italia 1940 - XVIII"[2], se non diversamente indicato.
voci di motori presenti su Wikipedia

L'Isotta Fraschini Beta era un motore aeronautico a sei cilindri invertiti e disposti in linea, prodotto dall'azienda meccanica italiana Isotta Fraschini a partire dalla fine degli anni trenta del XX secolo.

L'Isotta Fraschini derivò il Beta dal motore Gamma, mantenendone inalterate le dimensioni di alesaggio e corsa. Il motore aveva monoblocco in lega di alluminio con cilindri in acciaio e alluminio, ciascuno dotato di una singola valvola di aspirazione e una di scarico. L'impianto d'alimentazione prevedeva l'impiego di carburatori, di realizzazione della stessa Isotta Fraschini, di un compressore a una velocità[1] e di sistema di riduzione per l'azionamento dell'elica[2].

Fu prodotto in piccole quantità e montato su un certo numero di velivoli da addestramento italiani.

Mezzi utilizzatoriModifica

BibliografiaModifica

  • Carlo De Rysky, Isotta Fraschini Beta R.C. 10 I., in Ali e motori d'Italia 1940 - XVIII, Milano, Edizioni d'Arte Emilio Bestetti, 1940, ISBN non esistente.
  • (EN) Paul Wilkinson, Aircraft Engines of the World, New York, P H Wilkinson, 1945, p. 297, ISBN non esistente.

NoteModifica

  Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aviazione