Apri il menu principale

Issa Hayatou

dirigente sportivo, ex cestista, velocista e mezzofondista camerunese
Issa Hayatou
Issa Hayatou (crop).jpg

Presidente della Fédération Internationale de Football Association
(ad interim)
Durata mandato 8 ottobre 2015 –
26 febbraio 2016
Predecessore Joseph Blatter
Successore Gianni Infantino

Senior vice-presidente della Fédération Internationale de Football Association[1]
Durata mandato 3 luglio 1992 –
16 marzo 2017
Predecessore General Mostafa
Successore Ángel María Villar

Presidente della Confédération Africaine de Football
Durata mandato 10 marzo 1988 –
16 marzo 2017
Predecessore Abdel Halim Mohammad
Successore Ahmad Ahmad
Issa Hayatou
Issa Hayatou (cropped).jpg
Nazionalità Camerun Camerun
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità 400 m, 800 m
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Carriera
Nazionale
?-? Camerun Camerun  ? (?)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Issa Hayatou (Garoua, 9 agosto 1946) è un dirigente sportivo, ex cestista, velocista e mezzofondista camerunese.

Indice

BiografiaModifica

Tra il 1964 e il 1971 ha svolto la carriera di atleta (detenne il record nazionale nei 400 e negli 800 metri piani), calciatore universitario e giocatore di pallacanestro anche della Nazionale di pallacanestro[2].

A partire dal 1974 Hayatou cominciò la carriera di dirigente calcistico/sportivo e il primo ruolo fu quello di segretario generale della Federcalcio camerunese, fino al 1983. In seguito ne divenne presidente, tra il 1986 e il 1988, dopo aver ricoperto la carica di Ministro dello Sport tra il 1982 e il 1986, e dal 1988 al 2017 è stato Presidente della CAF, la Confederazione calcistica africana.

A livello internazionale è membro FIFA dal 1990, vicepresidente dal 1992 e candidato alla Presidenza nel 2002, poi sconfitto, mentre dal 2001 è membro del CIO. L'8 ottobre 2015 Joseph Blatter, Michel Platini, Jerome Valcke e Worawi Makudi furono sospesi per 90 giorni dal Comitato etico perché posti sotto indagine. La reggenza ad interim della federazione passò così a Hayatou, presidente della Confédération Africaine de Football e in quel periodo anch'egli sotto indagine per aver ammesso di aver intascato tangenti. Il suo ruolo fu solo di facciata in quanto, in qualità di facente funzioni, fu nominato il responsabile del Comitato Etico FIFA Domenico Scala.

OnorificenzeModifica

  Ordine dei Compagni di O.R. Tambo in Oro (Sudafrica)
«Per il suo eccezionale contributo allo sviluppo del calcio nel continente africano.»
— 27 aprile 2010[3]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Minutes of the 48th Ordinary Congress, su lff.lt. URL consultato il 31 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2015).
  2. ^ jeuneafrique.com
  3. ^ Sito web della Presidenza della Repubblica: dettaglio decorato. Archiviato il 12 novembre 2014 in Internet Archive.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85145067251266630686