Apri il menu principale

Italia e Germania

dipinto di Johann Friedrich Overbeck
Italia e Germania
Friedrich Overbeck 008.jpg
AutoreFriedrich Overbeck
Data1811-1828
Tecnicaolio su tela
Dimensioni94,4×104,7 cm
UbicazioneNeue Pinakothek, Monaco

Italia e Germania (in tedesco Italia und Germania) è un dipinto allegorico del 1828 di Friedrich Overbeck.

Il quadro, esposto alla Neue Pinakothek di Monaco (ma ne esistono altre versioni al Museo Georg Schäfer di Schweinfurt e alla Galerie Neue Meister di Dresda), intende simboleggiare l'amicizia dei due paesi (o meglio regioni culturali) attraverso la loro personificazione sotto le sembianze di due donne reciprocamente affettuose. Dal punto di vista storico dell'arte si riconduce allo stile dei Nazareni.

Contesto storico-politicoModifica

All'epoca della creazione del dipinto, tanto l'Italia quanto la Germania erano a malapena concetti geografico-culturali generici delle rispettive regioni dell'Europa centrale e meridionale, frantumate politicamente in diversi principati (v. Confederazione germanica e Risorgimento), che solo un cinquantennio più tardi si sarebbero unificati negli Stati nazionali del Regno d'Italia (1861) e dell'Impero tedesco (1871).

DescrizioneModifica

Il quadro mostra due donne sedute in terrazza su uno sfondo paesaggistico. La donna a sinistra (Italia) ha i capelli scuri e reca in capo una corona d'alloro, quella a destra (Germania) è bionda e inghirlandata di fiori. Esse hanno un'aria mesta e si tengono la mano in atteggiamento amichevole.

A sinistra lo sguardo coglie un tipico paesaggio italiano di coste rocciose, mentre a destra è riconoscibile una città tedesca torreggiante in stile gotico.

CommentoModifica

Il quadro rende omaggio alla stretta amicizia di Overbeck per il pittore francofortese Franz Pforr, morto ad Albano all'età di ventiquattro anni, e si rifà alle opere di quest'ultimo: lo schizzo Allegorie der Freundschaft (Allegoria dell'amicizia), del 1808, il testo letterario Sulamith und Maria e l'omonima tavola, del 1811.

Copia o seconda versioneModifica

Una copia del quadro si trova dal 1952 alla Galerie Neue Meister di Dresda. Viene considerata o una seconda versione dello stesso Overbeck, oppure, secondo l'opinione dominante, una copia di mano dell'amico Theodor Rehbenitz.

Ripresa del motivoModifica

BibliografiaModifica

  • (DE) Franz Pforr, Das Buch Sulamith und Maria, in Der Wagen. Lübecker Beiträge zur Kultur und Gesellschaft, 1927.
  • (DE) Wieland Schmied, Harenberg Museum der Malerei. 525 Meisterwerke aus sieben Jahrhunderten, in collaborazione con Tilmann Buddensieg, Andreas Franzke e Walter Grasskamp (a cura di), Dortmund, Harenberg Lexikon Verlag, 1999, ISBN 3-611-00814-1.
  • (DE) Catalogo della mostra Italia und Germania, Neue Pinakothek, Monaco, 20 febbraio-14 aprile 2002, Johann Friedrich Overbeck – Italia und Germania.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica