Apri il menu principale

Italian Boys

film del 1982 diretto da Umberto Smaila
Italian Boys
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1982
Durata94 min
Generecommedia
RegiaUmberto Smaila
SoggettoGiorgio Medail, Umberto Smaila
SceneggiaturaGiorgio Medail, Umberto Smaila
Casa di produzioneFilm International Company
Distribuzione in italianoFilm International Company
FotografiaClaudio Cirillo
MontaggioRaimondo Crociani
MusicheUmberto Smaila, Gilberto Ziglioli, Riccardo Borghetti
Interpreti e personaggi

Italian Boys è un film del 1982 diretto da Umberto Smaila.

TramaModifica

Trip Radio, di proprietà del Dottor Viganò, è condotta da un gruppo di sgangherati dj che il proprietario richiama all'ordine perché in totale perdita economica. Il gruppo decide allora di rapire il popolare dj Umberto, così da fare guadagnare pubblico all'emittente. Umberto si inventa il motto "liberate la scimmia" che attira l'attenzione degli ascoltatori, fa salire gli indici di ascolto e si innamora della dj Loredana.

Il gruppo di dj teme però che, visto il successo di Umberto, il Dottor Viganò decida di tenere solo lui e licenziare gli altri. Umberto organizza allora un raggiro alle spalle di Viganò per costringerlo a svendere la radio: fargli credere che gli indici di ascolto siano ancora in netto calo. L'espediente funziona, ma il gruppo deve ora reperire i soldi promessi da un Umberto camuffato all'imprenditore milanese.

Abele, leader di Radio Metropolis e rivale di Trip Radio, geloso della vivacità dimostrata da quest'ultima, lancia una sfida ai loro dj: un match musicale all'ultima nota per guadagnare pubblico portandolo nel settore loro riservato alla discoteca Kiwi, con giudice Ivano Graziati, "L'ultimo dei futuristi". Chi vincerà avrà in premio un mucchio di soldi ed una fiammante vettura di classe.

Dopo incerti e alterni successi parziali, Umberto e i suoi vincono la gara.

ProduzioneModifica

Colonna sonoraModifica

Italian Boys
ArtistaItalian Boys
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1982
Durata8:45
Dischi1
Tracce2
GenerePop
Colonna sonora
EtichettaNumero Uno
ProduttoreUmberto Smaila
ArrangiamentiGilberto Ziglioli
Formati7"

La colonna sonora del film è stata composta dallo stesso Umberto Smaila unitamente a Gilberto Ziglioli.[1] Smaila è autore e produttore, unitamente a Riccardo Borghetti, dell'unico supporto fonografico distribuito con il tema del film, arrangiato da Ziglioli: il 45 giri Italian Boys. Il singolo è stato pubblicato in una sola edizione dall'etichetta discografica Numero Uno con numero di catalogo ZBN 7286. Il brano, presente in due versioni sul disco, è cantato dal gruppo musicale Italian Boys, ensemble vocale estemporaneo composto dagli attori del film che interpretano i dj di Trip Radio: Rosa Fumetto, Andrea Mingardi, Mauro Micheloni, Patrizia Pellegrino, Umberto Smaila e Max Venegoni.

Inoltre, nel corso della sfida in discoteca si esibisce (schierato dalla parte di Trip Radio) il gruppo I Cacao, eseguendo il brano Bravo Culumb, il cui cantante è Dario Guidotti, già membro di una band italiana di genere rock progressivo, i Jumbo.

TracceModifica

  1. Italian Boys (Parte I) – 4:35 (Umberto Smaila, Riccardo Borghetti)
  2. Italian Boys (Parte II) – 4:10 (Umberto Smaila, Riccardo Borghetti)

Durata totale: 8:45

DistribuzioneModifica

CriticaModifica

«Esordio di Smaila nella regia. Non sarà un gran chè, ma una cosa è certa: abbiamo visto film molto peggiori. Qui, almeno, c'è un minimo di vena autenticamente balzana e un accattivante motivo conduttore. Apparizioni cammeo per Ivan Graziani e Andrea Mingardi.»

(Francesco Mininni, Magazine italiano tv[1])

«Il filmetto, pulito e senza pretese, è interpretato senza convinzione da un gruppetto di giovani più o meno simpatici, con ammiccamenti di compiaciuta riconoscenza ai fans loro sestenitori.»

(Segnalazioni Cinematografiche[1])

«Dopo lo scioglimento dei Gatti di Vicolo Miracoli, Smaila e Oppini hanno tentato la sorte con questo filmetto senza pretese. Poco dopo Smaila troverà come conduttore di Colpo grosso la sua dimensione: la presenza nel film della spogliarellista Rosa Fumetto, sia pure in un ruolo casto, è un segno premonitore.»

(FilmTv.it[2])

NoteModifica

  1. ^ a b c Italian Boys, su Cinedatabase, Rivista del cinematografo. URL consultato l'11 marzo 2019.
  2. ^ Italian Boys, su FilmTv.it, Arnoldo Mondadori Editore. URL consultato l'11 marzo 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema