Je so' pazzo
ArtistaPino Daniele
Autore/iGiuseppe Daniele
GenereBlues
Edito daEMI Italiana
Esecuzioni notevoliNeri per Caso
Pubblicazione originale
IncisioneJe so' pazzo/Putesse essere allero 3C 006 18417
Data1979
Durata3 min :00 s
Certificazioni (digitale)
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(Vendite: 25.000+)

Je so' pazzo è un brano musicale del cantautore italiano Pino Daniele. Tratto dall'album Pino Daniele[2], fu pubblicato come singolo nel maggio del 1979, con Putesse essere allero sul lato B del 45 giri[3].

Il brano, lanciato al Festivalbar, riscosse un'immediata popolarità e di seguito anche l'album. Con il successo ottenuto iniziò a farsi strada un nuovo genere musicale che lo stesso Daniele definiva Taramblù, termine che indica la commistione fra tarantella, blues e rumba[4].

Testo e significatoModifica

Il cantautore prende spunto dall'ultimo discorso pubblico di Masaniello, portavoce della collera del popolo napoletano, e si reincarna in un nuovo Masaniello, l’io narrante della canzone, pronto a dar voce ai bisogni e all'irrequietezza di una generazione in tempi e contesti mutati. Con i versi corrosivi rivendica la propria libertà di denunciare e di protestare senza la necessità di mediazioni o giri di parole, giacché si dichiara insano di mente e perciò non perseguibile dall'autorità costituita, a differenza del capopopolo napoletano del Seicento giustiziato dal potere spagnolo. Nel testo sono presenti elementi che richiamano il blues – «la faccia nera l’ho dipinta / per essere notato», «e chi dice che Masaniello / poi negro non sia più bello?» –, il retroterra musicale da cui nascono le sonorità dell’artista nei primi anni della carrier

Je so' pazzo/Putesse essere allero
ArtistaPino Daniele
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1979
Album di provenienzaPino Daniele
GenerePop
EtichettaEMI Italiana
ProduttoreWilly David
Certificazioni FIMI (dal 2009)
Dischi d'oro  Italia[5]
(vendite: 25 000+)

FormazioneModifica

Altre interpretazioniModifica

Nel cinemaModifica

NoteModifica

  1. ^ Certificazioni, FIMI. URL consultato il 10 gennaio 2020.
  2. ^ Discografia Nazionale della Canzone Italiana
  3. ^ Discografia Nazionale della Canzone Italiana
  4. ^ Ezio Guaitamacchi, 1000 canzoni che ci hanno cambiato la vita, Milano, 2009 on line Scheda Je so' pazzo
  5. ^ Je so' pazzo (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 18 marzo 2018.
  6. ^ Gianni Valentino, Jovanotti dedica “Je so’ pazzo” a Pino “Tenetevelo stretto. Mai nessuno come lui”, La Repubblica - Napoli, 7 gennaio 2016. URL consultato il 27 luglio 2016.
  7. ^ Roba da Doppiatori, Massimo Lodolo - Je so' pazzo (INEDITO), 22 maggio 2018. URL consultato il 22 maggio 2018.
  8. ^ scheda on line su cinemaitalianoinfo

Collegamenti esterniModifica