Jo Swinson

politica britannica
Joanne Kate Swinson
Official portrait of Jo Swinson crop 2.jpg

Leader dei Liberal Democratici del Regno Unito
Durata mandato 22 luglio 2019 –
13 dicembre 2019
Predecessore Vince Cable
Successore Ed Davey

Parlamentare del Regno Unito
Durata mandato 8 giugno 2017 –
12 dicembre 2019
Monarca Elisabetta II
Capo del governo Theresa May
Boris Johnson
Predecessore John Nicholson
Successore Amy Callaghan
Gruppo
parlamentare
Liberal Democratico
Collegio East Dunbartonshire

Durata mandato 5 maggio 2005 –
7 maggio 2015
Monarca Elisabetta II
Capo del governo Tony Blair
Gordon Brown
David Cameron
Predecessore collegio istituito
Successore John Nicholson
Gruppo
parlamentare
Liberal Democratico
Collegio East Dunbartonshire

Dati generali
Partito politico Liberal Democratici
Università London School of Economics

Jo Swinson, pseudonimo di Joanne Kate Swinson (Kirkintilloch, 5 febbraio 1980), è una politica britannica.

BiografiaModifica

Laureata in management alla London School of Economics, è stata manager della stazione radio Viking FM.

Nel 2011 si è sposata con il compagno di partito Duncan Hames. La coppia ha avuto due figli, Gabriel (nato nel 2013) e Andrew (nel 2018).[1]

Carriera politicaModifica

Nelle elezioni generali del 2005 viene eletta alla Camera dei comuni nel collegio East Dunbartonshire, sconfiggendo per 4.061 voti il candidato laburista John Lyons.[2] È stata il primo parlamentare britannico nato negli anni Ottanta.[3]

Alle elezioni generali del 2010 conserva il seggio, con i Liberal Democratici che entrano nel governo di coalizione con il Partito Conservatore guidato da David Cameron. Swinson è nominata segretario del Ministro del Commercio e dell'Industria Vince Cable. Nel 2012 è chiamata a sostituire Norman Lamb come segretario del vice primo ministro Nick Clegg. Alle elezioni generali del 2015 perde il seggio, uscendo sconfitta dal confronto con il candidato del Partito Nazionale Scozzese John Nicholson.[4]

Nel 2017 il Regno Unito torna alle urne per le elezioni anticipate indette dal primo ministro Theresa May. Swinson stavolta prevale su Nicholson, riconquistando il seggio dell'East Dunbartonshire.[5]

Il 22 luglio 2019 è eletta leader del Partito Liberal Democratico, ottenendo 47.997 preferenze dagli iscritti contro le 28.021 dello sfidante Ed Davey. Swinson diventa la prima donna a guidare i LibDem britannici. La linea del partito, rianimato dal secondo posto alle precedenti elezioni europee, punta sulla permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea e di opposizione al neoeletto primo ministro Boris Johnson.[6][7] Dopo meno di cinque mesi dalla sua elezione, il 13 dicembre si dimette da leader del partito a seguito del risultato deludente registrato alle elezioni generali nel Regno Unito del 2019 sia a livello di partito che personale, non risultando rieletta alla Camera dei Comuni[8].

NoteModifica

  1. ^ Chi è Jo Swinson, la nuova leader dei Lib Dems, in letteradonna.it, 23 luglio 2019. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 luglio 2019).
  2. ^ (EN) Labour grip on Scotland loosened, in theguardian.com, 5 maggio 2005.
  3. ^ (EN) Jo Swinson: new voice in the old system, in theguardian.com, 18 maggio 2013.
  4. ^ (EN) Scottish MP Jo Swinson favourite to replace Vince Cable as Lib Dems leader says he will step down, in dailyrecord.uk, 8 settembre 2018.
  5. ^ (EN) General Election Results 2017: Liberal Democrat Jo Swinson Beats SNP's John Nicolson, in huffingtonpost.uk, 9 giugno 2017.
  6. ^ (EN) Lib Dems: Jo Swinson becomes party's first female leader, in bbc.com, 22 luglio 2019.
  7. ^ Gran Bretagna, donna e anti Brexit: chi è Jo Swinson, la leader dei Libdem, in corriere.it, 23 luglio 2019.
  8. ^ Jo Swinson resigns as Lib Dem leader after losing her seat (en) Heraldscotland.com

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305129012 · ISNI (EN0000 0004 1733 4760 · LCCN (ENnb2013015704 · GND (DE1154866807 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2013015704