Apri il menu principale

Joe Lewis (Londra, 5 febbraio 1937) è un imprenditore inglese.

Il patrimonio totale di Lewis è stimata attorno ai 5 miliardi di dollari americani, e nella lista dei miliardari di Forbes 2018 è considerato la 388ª persona più ricca[1]. Forbes ha riportato, nel marzo 2018, che Lewis sia la dodicesima persona più ricca del Regno Unito.

Indice

BiografiaModifica

Lewis nacque in una famiglia ebrea[2] nel quartiere di Bow a Londra. Lasciò la scuola a quindici anni per aiutare il padre nella sua attività di catering nel West End, Tavistock Banqueting. Quando ne prese le redini, la espanse rapidamente vendendo beni di lusso a turisti americani, e prese proprietà del club del West End "Hanover Grand", dove diede a Robert Earl il suo primo lavoro. In seguito vendette l'attività nel 1979 per cominciare il suo patrimonio.

Famoso per essere il proprietario di uno dei club più importanti della Premier League, il Tottenham Hotspur e della compagnia d'investimento britannica ENIC Group, che dal 1997 al 2004 controllava anche il Vicenza Calcio.

Viene classificato dalla rivista Forbes come il 388º uomo più ricco del mondo e il settimo in Inghilterra con un patrimonio di 4.2 miliardi di dollari.

Scambio di valuta esteraModifica

Dopo aver venduto l'attività di famiglia alla fine degli anni Settanta, Lewis si spostò nel campo dello scambio di valuta estera negli anni Ottanta e Novanta, risultando nel suo trasferimento alle Bahamas. Nel settembre 1992, Lewis iniziò a lavorare con George Soros per scommettere sulla caduta della sterlina. L'evento, poi nominato "Mercoledì nero", rese Lewis molto ricco, e secondo alcuni guadagnò più di Soros[3]. Lewis è ancora un trader di valuta estera attivo.

Tavistock GroupModifica

Lewis è l'investitore principale del Tavistock Group, che possiede più di 200 società in 15 paesi. Il portafoglio di Tavistock Group include:

  • Lake Nona Medical City
  • Scienze biologiche
  • Squadre sportive: Tottenham Hotspur tramite ENIC Group. In passato possedeva azioni in Glasgow Rangers F.C., Slavia Praga e Vicenza Calcio
  • Eventi sportivi: Tavistock Cup, Isleworth Collegiate Invitational
  • Manufattura e distribuzione: Top Outlet
  • Petrolio, gas e energia: BayCorp, Pampa Energia
  • Servizi finanziari
  • Ristoranti: Freebirds World Burrito, Abe & Louie's, Mitchells & Butlers plc, Zed451
  • Proprietà commerciale: Tamar Capital, Bulgarian Property Development
  • Proprietà di residenze private di lusso: Isleworth Golf & Country Club, Lake Nona Golf & Country Club
  • Proprietà di resort: Albany, Harmony Cove, The St. Regis Atlanta

Vita privataModifica

Lewis è stato sposato due volte. Il suo primo matrimonio con Esther Browne terminò in un divorzio. Ebbero due figli: Vivienne Lewis Silverton è considerata sua "erede"[4] e fa parte del consiglio di amministrazione di Tavistock[5]; è divorziata da Toby Silverton, precedentemente al vertice di Bristol Cars[6], che in passato era completamente sotto proprietà di Tavistock. Charles Lewis vive in Argentina, ed è sposato con Jane Lewis.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica