Apri il menu principale
Joseph Liouville

Joseph Liouville (Saint-Omer, 24 marzo 1809Parigi, 8 settembre 1882) è stato un matematico francese.

Indice

BiografiaModifica

Figlio di un militare sopravvissuto alle campagne di Napoleone Bonaparte e stanziatosi a Toul nel 1814, si diplomò all'École Polytechnique. Successivamente iniziò l'École nationale des ponts et chaussées, senza però ottenere il diploma per motivi di salute e per aver maturato una inclinazione alla carriera accademica piuttosto che ingegneristica. Dopo alcuni anni come assistente in diversi istituti, nel 1838 è nominato professore all'École polytechnique.

Oltre al suo talento matematico, Liouville mostrava notevoli capacità organizzative. Fonda il Journal de Mathématiques Pures et Appliquées, molto reputato ancora oggi. Fu il primo a leggere i lavori inediti di Évariste Galois, a pubblicarli nel suo giornale nel 1846, e a riconoscerne l'importanza. Liouville fu anche impegnato politicamente per un breve periodo: membro dell'assemblea costituente nel 1848, la abbandonò dopo una sconfitta elettorale nel 1849.

OpereModifica

Liouville ha pubblicato in diversi ambiti della matematica, tra cui la teoria dei numeri, l'analisi complessa, la geometria differenziale, e anche in fisica matematica e persino in astronomia. Resta ancora celebre il teorema di Liouville, risultato oggi ampiamente studiato in analisi complessa. Nella teoria dei numeri fu il primo a dimostrare l'esistenza di numeri trascendenti con una costruzione che fa uso delle frazioni continue. Troviamo un teorema di Liouville anche in meccanica hamiltoniana.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73966535 · ISNI (EN0000 0001 2139 5687 · LCCN (ENn90604905 · GND (DE118938525 · BNF (FRcb12550158x (data) · NLA (EN35736240 · BAV ADV10033241 · CERL cnp00542856 · WorldCat Identities (ENn90-604905
  Portale Matematica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di matematica