Kanae Minato

scrittrice giapponese

Kanae Minato ( 湊かなえ?, Minato Kanae; Innoshima, 1973) è una scrittrice giapponese di romanzi gialli.

BiografiaModifica

Kanae Minato è nata a Innoshima, prefettura di Hiroshima, nel 1973[1].

Ha esordito nella narrativa nel 2008 con il thriller Confessioni, vincitore del Japan Booksellers' Award l'anno successivo[2] e trasposto in pellicola nel 2010[3].

In seguito ha pubblicato numerosi romanzi e raccolte di racconti appartenenti all' Iyamisu (un sottogenere che scava nell'animo umano attraverso l'analisi degli episodi più truculenti[4]) ottenendo un Premio Alex nel 2015[5] e lo Yamamoto Shugoro Prize nel 2016[6].

OpereModifica

RomanziModifica

  • Confessione (Kokuhaku, 2008), Varese, Giano, 2011 traduzione di Gianluca Coci ISBN 978-88-6251-091-2.
  • Shōjo (2009)
  • Shokuzai (2009)
  • Enu no Tame ni (2010)
  • Yakō Kanransha (2010)
  • Hana no Kusari (2010)
  • Kyōgū (2011)
  • Shirayukihime Satsujin Jiken (2012)
  • Bosei (2012)
  • Kōkō Nyūshi (2013)
  • Mame no Ue de Nemuru (2014)
  • Yama Onna Nikki (2014)
  • Monogatari no Owari (2014)
  • Zesshō (2015)
  • Ribāsu (2015)
  • Yūtopia (2016)

Raccolte di raccontiModifica

  • Ōfuku Shokan (2010)
  • Safaia (2012)
  • Bōkyō (2013)

AdattamentiModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Kyōgū (2011)
  • Penance (Shokuzai) (2012)
  • Kōkō Nyūshi (2012)
  • Yakō Kanransha (2013)
  • Hana no Kusari (2013)
  • N no Tame ni (2014)
  • Reverse (2017)

Premi e riconoscimentiModifica

  • Japan Booksellers' Award: 2009 prima classificata con Confessione
  • Premio Alex: 2015 vincitrice con Confessione
  • Mystery Writers of Japan Award: 2012 vincitrice nella categoria Racconto con Bokyo, Umi no Hoshi
  • Yamamoto Shugoro Prize: 2016 vincitrice con Yūtopia

NoteModifica

  1. ^ (EN) Biografia, bibliografia e citazioni, su goodreads.com. URL consultato il 21 novembre 2019.
  2. ^ (EN) Pagina dedicata alla scrittrice, su bookseriesinorder.com. URL consultato il 21 novembre 2019.
  3. ^ (EN) Laura Eggertson, Confessions by Kanae Minato: Review, su thestar.com, 11 settembre 2014. URL consultato il 21 novembre 2019.
  4. ^ (EN) Jamie Canaves, 5 Japanese Crime Writers that Should Be On Your Radar, su bookriot.com, 16 marzo 2017. URL consultato il 21 novembre 2019.
  5. ^ (EN) 2015 Alex Award Winners, su ala.org. URL consultato il 21 novembre 2019.
  6. ^ (EN) Daisuke Kikuchi, Crime and thriller writer Kanae Minato named winner of Yamamoto Shugoro Prize, su japantimes.co.jp, 16 maggio 2016. URL consultato il 21 novembre 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN170976397 · ISNI (EN0000 0001 2036 8097 · Europeana agent/base/144412 · LCCN (ENno2011067280 · GND (DE1013000943 · BNE (ESXX5122585 (data) · BNF (FRcb16972506x (data) · NDL (ENJA01135894 · WorldCat Identities (ENlccn-no2011067280