Apri il menu principale

Krabat e il mulino dei dodici corvi

film del 2008 diretto da Marco Kreuzpaintner
Krabat e il mulino dei dodici corvi
Titolo originaleKrabat
Paese di produzioneGermania
Anno2008
Durata120 min
Rapporto2,35:1
Generedrammatico, fantastico
RegiaMarco Kreuzpaintner
SoggettoOtfried Preussler
SceneggiaturaMichael Gutmann, Marco Kreuzpaintner
ProduttoreJakob Claussen, Thomas Wöbke, Ulrike Putz, Bernd Wintersperger
FotografiaDaniel Gottschalk
MontaggioHansjörg Weißbrich
MusicheAnnette Focks
ScenografiaChristian M. Goldbeck
CostumiAnke Winckler
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Krabat e il mulino dei dodici corvi (Krabat) è un film fantastico del 2008 diretto da Marco Kreuzpaintner, tratto dal romanzo Il mulino dei dodici corvi di Otfried Preussler.

TramaModifica

Lusazia, 1646. Krabat è un ragazzo sorabo che vaga di villaggio in villaggio in compagnia degli amici Baro e Lobosch in cerca di elemosina. Una notte insieme ai due compagni si rifugia in una baracca per ripararsi dalle intemperie, in sogno una voce lo invita a raggiungerlo al mulino e gli promette che se lo ascolterà avrà tutto ciò di cui ha bisogno. Il ragazzo abbandona così i due amici e si incammina verso il mulino, guidato da undici corvi. Giunto alla meta il mugnaio lo inviterà a rimanere con lui e gli altri suoi undici aiutanti come apprendista. Presto Krabat scoprirà che al mulino si coltiva l' "arte delle arti".

Krabat, quindi, fa la conoscenza di Tonda il primo lavoratore e di tutti gli altri aiutanti: Lyschko, Juro, Michal, Merten, Hanzo, Andrusch, Staschko, Petar, Kubo e Gevatter.

La seconda notte, Krabat viene svegliato da strani rumori. Guardando fuori dalla finestra vede i lavoratori e il mugnaio. Ad un certo punto arriva un carro guidato da un individuo avvolto da un mantello. Dal carro gli aiutanti estraggono dei sacchi che portano alle macine per ridurne in farina il contenuto. Tonda coglie il ragazzo a curiosare, e così lo riporta nel dormitorio, supplicandolo di non parlare mai con nessuno di quello che aveva visto.

Collegamenti esterniModifica