Apri il menu principale
Labina Mitevska nel 2017 al Festival di Berlino

Labina Mitevska (Skopje, 11 ottobre 1975) è un'attrice e produttrice cinematografica macedone.

È la sorella della regista e sceneggiatrice Teona Strugar Mitevska e del pittore e scenografo Vuk Mitevski, con i quali ha fondato nel 2001 la Sisters and Brother Mitevski Productions.[1]

Dal 1998 è membro della European Film Academy, società che promuove la cultura cinematografica europea in tutto il mondo.[2]

BiografiaModifica

 
Nel 2009 al Manaki Brothers Film Festival di Bitola in Macedonia

Nata nel 1975 a Skopje nella ex Jugoslavia, Labina Mitevska compie gli studi di arte e archeologia all'Università dei Santi Cirillo e Metodio e in seguito prosegue la formazione presso lo European Film College di Ebeltoft in Danimarca e il Dipartimento di storia dell'arte dell'Università dell'Arizona.[3]

Debutta come attrice nel 1994 in Prima della pioggia di Milčo Mančevski, vincitore del Leone d'oro a Venezia, e nel 1997 recita in Benvenuti a Sarajevo, prima collaborazione con il regista britannico Michael Winterbottom che l'anno dopo la sceglie per la parte di Smokey in I Want You. Queste prime apparizioni le valgono lo Shooting Stars Award, che riceve dalla European Film Promotion al Festival di Berlino 1998.[4]

Sempre nel 1998 fa parte della giuria del Festival del cinema di Cottbus, dove conosce lo sceneggiatore ceco David Ondříček che le propone di partecipare alla nuova commedia che sta scrivendo, intitolata Samotáři. A tale proposito ha dichiarato in seguito: «Quando ho letto la sceneggiatura mi ha ricordato quello che sta succedendo ai giovani in Macedonia e nel resto dell'Europa orientale, e questo è stato il motivo principale che mi ha fatto accettare il ruolo».[3] Il film esce nel 2000 e vale a Labina Mitevska una candidatura al Leone Ceco come miglior attrice non protagonista.[5]

Nel 2001 è nella giuria del Festival di Karlovy Vary e lo stesso anno fonda la Sisters and Brother Mitevski Productions insieme alla sorella Teona e al fratello Vuk, affiancando all'attività di attrice quella di produttrice a partire dal corto Veta, che riceve una menzione d'onore alla 51ª Berlinale. Nel 2014 produce il primo lungometraggio How I Killed a Saint e durante il Festival di Cannes è nominata "Producer on the Move" dalla European Film Academy, riconoscimento destinato a giovani produttori emergenti.[4][1][6]

FilmografiaModifica

AttriceModifica

ProduttriceModifica

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Sisters and Brother Mitevski Productions, www.sistersandbrothermitevski.com. URL consultato il 21 agosto 2018.
  2. ^ The European Film Academy - Members, www.europeanfilmacademy.org. URL consultato il 21 agosto 2018.
  3. ^ a b Get Your Kitsch off! CER interviews Macedonian actress Labina Mitevska, www.ce-review.org. URL consultato il 21 agosto 2018.
  4. ^ a b Labina Mitevska, Former Yugoslav Republic of Macedonia, www.efp-online.com. URL consultato il 21 agosto 2018.
  5. ^ Labina Mitevska - Awards, www.imdb.com. URL consultato il 21 agosto 2018.
  6. ^ Labina Mitevska - Trivia, www.imdb.com. URL consultato il 21 agosto 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14984020 · ISNI (EN0000 0001 1946 9368 · LCCN (ENno2001028517 · GND (DE1036942384 · BNF (FRcb14207556r (data) · WorldCat Identities (ENno2001-028517