Apri il menu principale

Le regole della casa del sidro

romanzo scritto da John Irving
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo film, vedi Le regole della casa del sidro (film).
Le regole della casa del sidro
Titolo originaleThe Cider House Rules
AutoreJohn Irving
1ª ed. originale1985
Genereromanzo
Sottogeneredrammatico, di formazione, sentimentale
Lingua originale inglese
ProtagonistiHomer Wells
CoprotagonistiWilbur Larch
Altri personaggiCandy Kendall, Wally Worthington, Nurse Angela, Nurse Edna, Mrs Grogan, Melony, Olive Worthington, Raymond Kendall, Mr Rose, Rose Rose, Angel Wells

Le regole della casa del sidro (The Cider House Rules) è un romanzo scritto da John Irving e pubblicato nell 1985, dal quale è stato tratto anche un omonimo film nel 1999 diretto da Lasse Hallström. Si tratta della storia di un giovane orfano, Homer Wells, e della sua vita all'interno dell'orfanotrofio di St.Cloud's, prima, e in un frutteto dove viene prodotto sidro, poi.

Da questo romanzo, considerato il grande successo di John Irving, per cui ha vinto il premio Oscar per la migliore sceneggiatura non originale, emerge chiaramente ed esplicitamente l'influenza sull'autore da parte di Charles Dickens.

TramaModifica

Il protagonista delle vicende è il giovane orfano Homer Wells, la cui esistenza è narrata dalla nascita fino alla sua maturità, attraverso le varie fasi dell'adolescenza e seguendo le scelte di vita che lo spingeranno ad andarsene dal suo luogo di origine e conoscere il mondo.

Ambientata nel rurale Maine tra gli anni trenta e 40, la storia si apre con una descrizione dell'orfanotrofio di St. Cloud's, dove nasce Homer, gestito dal ginecologo abortista Wilbur Larch, uno dei personaggi più importanti della storia che emerge per la sua profonda caratterizzazione. Il St. Cloud's viene subito descritto come un luogo totalmente fuori dalla civiltà, che accoglie bambini e donne bisognose tanto di partorire quanto di abortire i figli indesiderati. Proprio l'aborto è uno dei temi portanti del romanzo. Qui il giovane Homer cresce e, dopo ben quattro esperienze fallimentari di adozione, decide di rimanere a St. Cloud's dove diverrà l'orfano più anziano e si darà da fare per assistere il dottor Larch, che diventerà per lui una figura paterna, il quale, a sua volta, amerà Homer come un figlio.

Homer diviene il discepolo di Wilbur Larch, che sarà per lui mentore ed insegnante, rendendolo pratico della procedura ostetrica e ginecologica, insegnandogli la medicina e facendo dunque di Homer un vero e proprio medico. Con la crescita di Homer emergono le prime divergenze ideologiche tra lui ed il suo mentore, affrontando la questione dell'aborto in maniera diversa, considerandolo omicidio a tutti gli effetti ed opponendosi nel praticarlo.

Col passare del tempo, Homer manifesta un crescente interesse verso il mondo al di fuori dell'orfanotrofio. La struttura è completamente isolata e avvolta da un'eterna atmosfera deprimente, dovuta principalmente alle donne che arrivano da lontano, sottoponendosi ad aborto o abbandonando i propri figli nel luogo. Tutto ciò che accade all'esterno è totalmente sconosciuto nell'orfanotrofio e da parte in Homer, nato e cresciuto al suo interno, orfano che non ha mai visto l'oceano, cresce la sensazione di stare sciupando la propria vita. In seguito all'arrivo di Wally e Candy, giovane coppia bisognosa di un aborto, Homer, infatuatosi della ragazza, va via dall'orfanotrofio e trova lavoro nel frutteto di famiglia di Wally, dove farà le sue prime esperienze di vita da uomo adulto ed indipendente.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura